menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni - Matteo Renzi a Perugia: "Dobbiamo fare squadra per vincere"

Pienone delle grandi occasioni, alleati, candidati a Camera e Senato (tutti presenti) per il ritorno di Renzi a Perugia.

Pienone delle grandi occasioni, alleati, candidati a Camera e Senato (tutti presenti) per il ritorno di Renzi a Perugia. Il Pd cala l'asso del segretario e capolista al Senato in Umbria per la campagna elettorale per le politiche di marzo. In prima fila la presidente Marini, l'imprenditore-filosofo Cucinelli, il segretario Leonelli, il professore universitario Oliviero è tutti i candidati.

Ore 17.55 -  Solo lui sul palco. Microfono senza podio. "Ripartiamo dal senso della squadra e da Perugia. In Umbria ci si gioca un pezzo delle elezioni O tiriamo fuori il senso di squadra o lo rimpiangeremo per cinque".

POSSIAMO ANCORA VINCERE "Se siamo la squadra e ognuno fa il suo pezzettino, noi queste elezioni le vinciamo. E con queste regole elettorali il Pd può essere il primo partito d'Italia, se si scrolla di dosso la paura".

RIPARTIRE SI PUO* Sono mesi in cui il pd è preso come punto di riferimento di tutti i problemi del Paese Un po' ce la siamo cercata, con le polemiche interne e le divisioni. Ma ora ripartiamo come squadra, da Perugia e dall'Umbria, per dimostrare con i fatti che siamo unica la coalizione seria ed affidabile per questo Paese.

I DELITTI DI MACERATA E MILANO -  Pamela ha conosciuto una morte orribile. E anche Jessica. Due ragazze belle morte per mano di un omicida Io voglio che il pusher nigeriano e il tranviere italiano vadano in carcere per quello che hanno fatto Ma non accetto la speculazione politica L'Italia deve fare l'Italia. Non possiamo accettare che i poeti della sciagura e della paura rovinino questo Paese

CONTRO SALVINI E LA LEGA - Chi scommette sulla paura vince sul breve periodo, però poi non governa.

DOVETE ESSERE ORGOGLIOSI DEL PD -  Sono venuto a Perugia per dire: dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto per la sicurezza. Rivendico che nel 2015 abbiamo salvato centinaia di vite umane. La nostra scommessa è che per ogni cosa che abbiamo fatto ne proponiamo una nuova. Abbiamo ridotto le tasse e aumentato i servizi, gli incentivi alle aziende, il job acts La pressione fiscale è scesa del 2%. È ancora troppo poco. Oggi vogliamo mettere 9 miliardi di euro per le famiglie con figli.

AIUTEREMO LE PARTITA IVA - Ai lavoratori autonomi daremo la semplicità e gli aiuti per fare i figli. Oggi lo Stato vi invia la dichiarazione dei redditi, senza andare dal commercialista. Una misura che ha ridotto l'evasione fiscale.

CRISI FINITA - Governare è faticoso, non si fa con gli spot. Abbiamo preso un paese in crisi, ora la crescita del 2% è a portata dell'Italia.

OTTIMISTA L'Italia ce la fa. È un paese che ce la fa, non di rincoglioniti. Si devono sciacquare la bocca prima di etichettare gli ìòAIo mi sono candidato al Senato perché rispetto la volontà degli italiani di non cancellarlo

VITTORIA Sì voglio che il Pd sia il primo partito in Parlamento, non come gli altri che si sono messi insieme anche se la pensano diversamente tra loro. 

TERNI... E I COLLEGI DIFFICILI - La partita è apertissima. Dobbiamo lavorare centimetro dopo centimetro. La partita di Terni è durissima, ringrazio di cuore Cesare Damiano. Possiamo vincere in tutti i collegi e al proporzionale.

NOSTRI CANDIDATI PRESENTABILI - Ci dicono che i nostri candidati sono impresentabili. Uno dei 5stelle ha legami con gli Spada. E quello che pare è che altri abbiano fatto un lavoro di truffa sui rimborsi dei 5stelle. Faccio un appello da Perugia: noi dei nostri candidati non ci vergognamo. Noi non facciamo i giochini delle tre carte.

DI MAIO IN FUGA -  L'unico che non si presenta è Di Maio, né alla Camera nè ai confronti televisivi. Ognuno di noi ha avuto un compagno di classe Di Maio, che ti dice: ci vediamo fuori, e poi non si presenta.

IL PD VIENE PRIMA DI RENZI -  Questa partita non dipende da me. Le sfide personali non servono a cambiare il Paese. Io l'ho capito con un frontale.

NO AL REDDITO DI CITTADINANZA - Raddoppieremo il reddito di inclusione. Il reddito di cittadinanza del Movimento 5Stelle è sbagliatissimo: è un incentivo a licenziarsi. I nostri nonni ci hanno insegnato che lavorando duro il paese si cambia. La bacchetta magica non c'è l'ha il presidente del consiglio, ma mago merlino.

NOI PUNTIAMO SULLA CULTURA - Fermatevi un attimo a pensare tutto quello che abbiamo fatto sui diritti. Io so che non basta, se penso al futuro so che questa è la comunità che è proprietaria della gente, non di una azienda milanese e del suo software. Ci hanno sparato addosso molte volte. Il Paese ha bisogno di tranquillità. Noi abbiamo delle potenzialità in Umbria, per portare in Italia i valori della bellezza, della cultura. Prima sulla cultura si tagliava, con noi i musei volano e noi ci investiamo.

AGLI INCERTI - A qualche compagno incerto dico: ogni voto a D'Alema avvicina Salvini al Governo. Sono orgoglioso che il ministro degli interni sia Minniti, non Salvini. Questa partita la giocate voi, non solo io. Se ciascuno di voi si impegna vinceremo. Non lasciamo il futuro del Paese agli estremisti e a chi odia. L'Italia deve continuare ad andare avanti
Applausi a scena aperta e Renzi esce  sulle note di Vasco Rossi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento