Marcia su Roma, il convegno al Brufani: precisazioni dell'organizzazione

Il Comitato Pro 90° Anniversario della Marcia su Roma, sodalizio apolitico e apartitico, che organizza il Convegno di Studi Storici “Marciare su Roma” il 27 e 28 Ottobre all’Hotel “Brufani” denuncia il "clima di odio" intorno all'inziativa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

Il Comitato Pro 90° Anniversario della Marcia su Roma, sodalizio apolitico e apartitico, che ha per compito l’organizzazione del Convegno di Studi Storici “Marciare su Roma” nei giorni 27 e 28 Ottobre 2012 presso l’Hotel “Brufani” di Perugia, denuncia il clima di odio che dichiarazioni di irresponsabili hanno creato in città nella vana speranza che qualche esaltato possa compiere atti inconsulti durante i lavori del congresso.

Il Comitato, dovendo agire per la tutela del buon nome dei numerosi studiosi che accorreranno da tutta Italia all’importante assise, procederà al deposito di un esposto presso la Procura della Repubblica di Perugia e gli uffici competenti della DIGOS che già seguono il caso, con tutte le dichiarazioni diffamatorie diffuse in questi giorni.

Invito a Boccali- l Comitato ha di nuovo invitato il Sindaco di Perugia a presenziare al convegno, certi che, data la straordinarietà dell’evento – che pone la città al centro del dibattito culturale nazionale –, non potrà mancare con un suo apprezzato saluto che distenderebbe gli animi, anche quelli dei più esagitati.

Con una lettera al Primo Cittadino perugino, il Comitato ha evidenziato l’importanza dell’assise che, per la prima volta, vedrà concentrarsi a Perugia i più importanti studiosi di storia contemporanea che non vogliono che la storia della nostra Nazione sia più ostaggio delle ideologie politiche e di quei prezzolati “gendarmi della memoria” che, anche qui da noi, hanno cancellato, manipolato e falsificato il nostro passato per mere esigenze di propaganda politica.

Lo spirito della manifestazione culturale indetta dal Comitato è quello di non dimenticare, non rinnegare, non manipolare, non falsificare; ribadendo la centralità del diritto alla libertà della ricerca storica, troppo spesso calpestato da “professori salariati” al servizio di questo o quel partito.

Invito a Pampanelli e Vinti- l Comitato, nell’ottica della distensione, della pacificazione degli animi e della difesa del diritto alla libertà di ricerca storica ha, altresì, invitato il Prof. Emiliano PAMPANELLI e il Prof. Stefano VINTI – che nei giorni scorsi hanno mostrato particolare interesse al nostro convegno – a partecipare come relatori ufficiali all’incontro. Il Comitato ha deciso di affidare loro una relazione dal titolo “I socialisti e i comunisti umbri nei giorni dell’insurrezione fascista”. La loro tesi sarà pubblicata integralmente negli atti del convegno e per tale motivo è stato richiesto di corredarla con una apposita bibliografia e, soprattutto, con note archivistiche atte a evidenziare la scientificità del percorso ricostruito. Entrambi i relatori riceveranno 30 Euro come “gettone di presenza”.

Il Comitato, sempre nell’ottica della distensione, della pacificazione degli animi e della difesa del diritto alla libertà di ricerca storica, ha invitato il Prof. Pampanelli e il Prof. Vinti a fornire il nome di un altro loro collega studioso di storia contemporanea a cui Comitato affiderà la relazione “Mario Gramsci alla Marcia su Roma”.

Invito ai perugini- l Comitato invita il popolo di Perugia a partecipare al convegno perché la storia della nostra città non rimanga ostaggio dei “mangiafuoco” della politica e di quegli “illustri studiosi” al servizio di ideologie politiche ormai morte e sepolte.

 
 

 

Torna su
PerugiaToday è in caricamento