menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luciano Laffranco

Luciano Laffranco

Ciao Luciano Laffranco! Venticinque anni fa se ne andò l'uomo che inventò la destra moderna. Il saluto commovente del figlio, Pietro

Il figlio Pietro, onorevole di Forza Italia, a 25 anni dalla morte Pietro ha voluto ricordare il padre sia con un saluto sui social che una messa che si svolgerà alle ore 18 a San Domenico a Perugia

Sono passati già 25 anni dalla scomparsa del politico che inventò la destra italiana moderna che negli anni '90 e la prima decade del 2000 ha governato l'Italia, dopo la svolta di Fiuggi che sancì il passaggio da Movimento Sociale Italiano ad Alleanza Nazionale e poi Popolo delle Libertà. Luciano Laffranco, perugino, fu tra i primi ad intuire la necessità di una svolta per andare al governo di città e del Paese con una coalizione di centrodestra. Purtroppo per lui, un male incurabile, lo ha strappato alla scena politica nazionale - dopo tanto lavoro, sfortuna e qualche vittoria - poco prima dello sdoganamento della destra nazionale.

Laffranco ha cresciuto i giovani della futura classe dirigente degli anni '80 e '90. Una figura cruciale della politica nazionale ma che spesso è stata dimenticata ingiustamente. Ora è il figlio Pietro, deputato di Forza Italia, a portare avanti la sua difficile e quasi inimitabile eredità culturale, umana e politica. E a 25 anni dalla morte, Pietro ha voluto ricordare il padre sia con un saluto sui social che una messa che si svolgerà alle ore 18 a San Domenico a Perugia.

"Ciao Papà!" ha scritto l'onorevole " Te ne sei andato in una mattina piovosa di 25 anni fa, un quarto di secolo. Eppure sembra ieri. Di cose ne sono successe da allora.  Alcune ti sono senz'altro piaciute, altre certamente molto meno.  Mi manchi molto! Manchi alla mamma e ai tuoi tanti amici. E mancano molto il tuo impegno, le tue idee e la tua azione alla Destra politica italiana, oggi tristemente dispersa in diversi e insufficienti contenitori". Luciano fu tante cose: è stato Grifone, il capo degli studenti negli anni d'oro dell'Università degli Studi, è stato un commerciante e imprenditore ma è stato soprattutto un uomo di cultura e politica che non ha mai fatto propria la violenza o il reducismo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento