menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tsunami-licenziamenti in Umbria, Ricci contro la Marini: "E' il risultato di una inadeguata gestione regionale. Ecco dove si è sbagliato"

In Consiglio regionale l'argomento del giorno è l'annuncio di 120 esuberi anche alla Colussi, dopo la conferma dei 360 alla Perugina. Due storici marchi del settore alimentare perugino che hanno deciso di fare dei tagli importanti agli stabilimenti locali

In Consiglio regionale l'argomento del giorno è l'annuncio di 120 esuberi anche alla Colussi, dopo la conferma dei 360 alla Perugina. Due storici marchi del settore alimentare perugino che hanno deciso di fare dei tagli importanti agli stabilimenti locali. Una situazione che sta diventando esplosiva e va a minare parte del tessuto sociale ed economico di tutta la provincia di Perugia. C'è chi punta il dito contro il governo regionale della Presidente Catiuscia Marini colpevole di non aver saputo dare una spinta alle imprese e di non aver fatto abbastanza per contrastare la crisi.

L'attacco più importante arriva dall'ex rivale alle elezioni regionali passate, ovvero il civico Claudio Ricci: "Quello che sta accadendo - ha scritto - è il risultato di una inadeguata gestione regionale, in particolare negli ultimi dieci anni. Infatti dobbiamo recuperare oltre 15mila posti di lavoro (dall'inizio della crisi, come evidenziato dall'Istat) e, mentre la vicina Toscana e le Marche 'resistono', in Umbria il Pil, Pro capite, dall'inizio della crisi, è diminuito di 2mila euro in più della media nazionale, che già era in forte flessione”.

Le colpe della Regione sono facilmente individuabili per Ricci: "Non si è tagliato abbastanza sugli sprechi per poi rinvestire in sviluppo, i fondi europei sono stati distribuiti a pioggia invece che a sostegno di progetti veri, le tasse non sono state abbassate. Sul fronte delle grande infrastrutture la situazione è sempre peggio: l'Alta velocità ferroviaria non arriva e l'aeroporto che non si sviluppa".  L'ex candidato alla presidenza della Giunta regionale per il centrodestra ha ribadito che “serve un rapido cambiamento politico e amministrativo, altrimenti ci sarà solo il declino”. Intanto Ricci ha chiesto nuovamente la convocazione di una seduta consiliare sul tema lavoro, anche dopo i tagli previsti dalla Colussi, auspicando l'attivazione di “tutte le azioni possibili a tutela del lavoro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento