menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Leonelli decide di attaccare: "Cambio generazionale e nuovo programma per le regionali"

Il segretario regionale del Pd non fa nessun passo indietro ma ne fa due avanti avvertendo minoranza interna e soprattutto la presidente Marini in vista delle regionali 2015: "Entro ottobre decideremo programma e tutto il percorso politico"

Giacomo Leonelli, dopo aver incassato la richiesta di dimissioni dalla minoranza interna del Pd (bersaniani e grandi vecchi ex Ds), ha deciso di muovere le truppe e di attaccare per rilanciare il Pd, tornare ad ascoltare la società civile e mettere nero su bianco gli obiettivi da cogliere con il futuro Governo regionale in vista delle elezioni 2015. Promette anche tempi certi per decidere se fare oppure no le primarie per confermare o sostituire il presidente Catiuscia Marini. Un programma che verrà presentato il prossimo 23 giugno - assemblea regionale del Pd - dimostrando che non solo vuole andare avanti ma vuole rivoluzionare e rinnovare il partito. 

"Abbiamo ricevuto - ha voluto sottolineare Leonelli dimostrando di avere truppe a sufficienza per muovere guerra al vecchio Pd - moltissimi incoraggiamenti a proseguire il nostro percorso da parte di cittadini, sindaci, iscritti, oltre che dai massimi esponenti del Pd nazionale. Nei loro incoraggiamenti l’invito unanime a proseguire nel lavoro iniziato il 16 febbraio e a rafforzare il profilo innovativo senza tergiversare e senza antichi equilibrismi".

Poi si passa ai due passi avanti in contrapposizione alla richiesta di passo indietro: il primo, una grande campagna di tesseramento che aiuti i circoli territoriali a rinnovarsi, nella consapevolezza che il rinnovamento invocato non può realizzarsi solo dalla testa. Un grande momento di discussione con la società sul futuro dell’Umbria e la calendarizzazione nei prossimi mesi di percorsi relativi anche ai futuri assetti della Regione.

Il secondo passo: realizzazione di un'agenda politica dove mettere nero su bianco come rilanciare il lavoro e le riforme da attuare da centrare nei prossimi mesi di legislatura regionale. "Una fase nuova, dunque - ha concluso Leonelli - che passi anche dalla capacità di rilanciare il nostro rapporto con la società regionale, con l’auspicio di superare vecchie correnti in nome di una rinnovata centralità della linea politica portata avanti da Matteo Renzi a livello nazionale che, come dimostrato dal risultato alle europee, sta indiscutibilmente dando i suoi frutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento