menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legge per Umbria Jazz approvata anche dal Senato: al Festival un milione di euro l'anno

Con l'approvazione oggi in Senato si è concluso l'iter parlamentare con cui Umbria Jazz viene riconosciuta, per legge dello Stato, tra i festival italiani di assoluto prestigio internazionale

E’ definitivo. La legge bipartisan per Umbria Jazz è realtà. Approvazione anche al Senato e chiusura dell’iter. Il che significa un milione di euro l’anno e riconoscimento tra i festival italiani di assoluto prestigio internazionale. Alla Camera Movimento 5Stelle e Lega Nord silurarono la legge, ma senza affondarla.

“La Fondazione di partecipazione Umbria Jazz  - scrive il vicepresidente Stefano Mazzoni - ringrazia tutti coloro che si sono impegnati per raggiungere questo importante risultato, in primo luogo la vice presidente della Camera, l’onorevole Marina Sereni, ed i parlamentari umbri. Per Umbria Jazz è il risultato di un lavoro di ben quarantaquattro anni, con l'obiettivo di contribuire alla vita culturale del nostro Paese, promuovere il jazz come musica d'arte contemporanea e diffondere la cultura italiana all'estero. Un lungo percorso in cui si sono avvicendate intelligenze ed energie di più di una generazione. Grazie anche a tutti loro. La legge significa prima di tutto una grande responsabilità, che Umbria Jazz tradurrà in un forte stimolo a fare sempre meglio. Ritentiamo, non senza orgoglio, che grazie a Umbria Jazz è tutto il movimento del jazz, e quello italiano in particolare, che viene riconosciuto come espressione musicale da sostenere e valorizzare per la sua valenza artistica”.

E la vicepresidente della Camera Marina Sereni esulta: “Sono davvero felice! E’ con profonda soddisfazione che apprendo dell’approvazione definitiva da parte della Commissione Cultura riunita in sede deliberante al Senato, della ‘leggina’ che include Umbria Jazz nel novero dei festival che saranno finanziati ogni anno con un milione di euro. E’ una bella notizia per chi ama la musica, per la nostra Umbria e per l’Italia tutta che vive e cresce con la cultura. La legge che porta la mia prima firma,  è stata sottoscritta dai colleghi eletti nella nostra Regione ed  è stata approvata con l’aiuto di tutti. Un risultato importante anche per ricominciare dopo il dramma del terremoto.
Il jazz è ormai considerato musica classica nel senso che appartiene al grande patrimonio culturale e il jazz italiano è diventato importante in ogni angolo del pianeta grazie al nostro Festival. Un grande appuntamento che ha promosso i nostri musicisti fuori dall’Italia e che ha portato l’Umbria e il nostro Paese nel mondo”. 

A farle eco anche la senatrice del Pd Valeria Cardinali (con un post su Facebook): "Oggi la commissione Cultura ha approvato in sede deliberante modifiche alla legge 20 dicembre 2012 per il sostegno e la valorizzazione del festival Umbria Jazz, a conferma dell'impegno del ministro Franceschini e del Governo in merito al più importante festival musicale jazzistico italiano. Attraverso il testo, trasformato in legge definitiva, è stato assegnato alla manifestazione un finanziamento pari a un milione di euro annui a decorrere dall'anno 2017, attingendo al Fondo unico per lo Spettacolo. Un provvedimento importante che riconosce a Umbria Jazz una valenza che va decisamente oltre i confini regionali, sia per la quantità e qualità degli eventi in calendario, sia per l'importante contributo che Umbria jazz riesce a dare alla promozione della cultura musicale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento