Politica

Covid e aziende | Passa emendamento dell'umbro Caparvi: "Sarà rimborsata parte della merce invenduta”

Il provvedimento riguarda le giacenze in magazzino nel settore tessile-moda

Il deputato Virginio Caparvi

Parte della merce invenduta causa covid-19 verrà rimborsata: una boccata di ossigeno per tanti commercianti alle prese con le difficoltà economiche. Un provvedimento reso possibile grazie all'emendamento a firma del deputato umbro della Lega, Virginio Caparvi, il cui atto è stato assorbito in un testo più ampio e approvato in Commissione Bilancio nel DL rilancio. Il provvedimento riguarda le giacenze in magazzino nel settore tessile-moda.

“Tutti i comparti della moda e del tessile – spiegano i deputati umbri della Lega, Virginio Caparvi, Riccardo Augusto Marchetti e Barbara Saltamartini – compresi il commercio al dettaglio e negozi di abbigliamento, certificando le rimanenze di magazzino dovute all'emergenza covid-19 e quindi al cambio di stagione che è stato penalizzato dal lockdown, potranno accedere a un fondo grazie al quale il 30% dell’invenduto potrà essere portato in credito d'imposta. Nella grande lotta che stiamo portando avanti in Commissione, pur di fronte a un Governo giallo-rosso che fa muro su ogni proposta di buon senso. Abbiamo vinto questa battaglia per il mondo del tessile e della moda che più di altri comparti stanno affrontando gli effetti negativi della pandemia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e aziende | Passa emendamento dell'umbro Caparvi: "Sarà rimborsata parte della merce invenduta”

PerugiaToday è in caricamento