rotate-mobile
Politica

Giunta regionale, il dibattito interno alla Lega sugli assessori: le posizioni, le voci romane e il braccio di ferro

Anche dietro un 37% conquistato sul campo si possono celare nubi. Temporali in vista in casa Lega? Forse no, ma il cielo non è più sereno. La partita per la costituzione della Giunta non ha fatto altro che acuire le correnti interne, con il duo Caparvi – Marchetti che rivendica tre assessori in Giunta forte dei risultati ottenuti alle scorse regionali e la Tesei - in quota Lega - e si parla anche del senatore Briziarelli che invece spingono per due rappresentanti puntando su una Giunta rappresentativa anche del mondo civico (l'Agabiti-Urbani eletta con la lista della Presidente).

 Un braccio di ferro che alimenta il dibattito politico in casa Lega. Voci romane, infatti, vogliono una Donatella Tesei ferma sul pezzo dentro Coletto - il manager veneto che si è sempre occupato di sanità nella sua regione d'origine - e un assessore pescato tra gli eletti senza però le dimissioni, Salvini che prende tempo e Caparvi che, seppur con toni pacati, rivendica tre assessori con il benestare di tutto il centro destra. I prossimi giorni saranno fondamentali o il braccio di ferro in casa Lega diventerà ancora più caldo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunta regionale, il dibattito interno alla Lega sugli assessori: le posizioni, le voci romane e il braccio di ferro

PerugiaToday è in caricamento