Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Battere la crisi, la governatrice Tesei punta all'occupazione: "Tre anni di contributi pagati per le imprese umbre: più lavoro, più futuro"

La presidente dell'Umbria dopo l'assemblea dei soci di Gepafin, società finanziaria partecipata dalla Regione: "Il lavoro è il tema dei temi, pronti 10 milioni ma tutto dipende dalla proroga del 'Temporary framework' in Europa"

Dopo aver affrontato la prima lunga fase dell'emergenza coronavirus, dal punto di vista sanitario ma anche economico con il traumatico impatto subìto dalle imprese, la Regione Umbria cerca un 'cambio di passo' per rilanciare le proprie aziende e mettere loro a disposizione un volano per creare nuovi posti di lavoro. Ed ecco così chela Giunta progetta un nuovo strumento in grado di dare la spinta decisiva in tal senso: "Sono pronti 10 milioni di euro" ha spiegato la 'governatrice' Donatella Tesei a margine dell'assemblea dei soci di Gepafin, società finanziaria partecipata dalla Regione.

Ma in che cosa consiste il nuovo intervento in cantiere? "Si tratta di una misura innovativa - ha aggiunto la presidente dell'Umbria - con cui attraverso Gepafin andremo a coprire e a finanziare per tre anni quella parte che rappresenta un quarto del costo del lavoro, cioè quella contributiva, per tutte quelle aziende che presentino dei piani industriali adeguati e in cui sia un incremento rilevante dell'occupazione, che in questo momento è il tema dei temi. Il nostro obiettivo è far sì che le aziende possano anche occupare personale qualificato e formato, ciò che serve oggi per fare il salto di qualità richiesto, in modo che i nostri giovani non siano costretti ad andare a lavorare fuori ma possano restare nelle imprese della nostra Umbria. C'è stata qualche misura del governo ma il periodo di sei mesi previsto è troppo breve per consentire alle nostre imprese di potersi sviluppare. Hanno bisogno di tempi consistenti e un periodo di tre anni, come quello che abbiamo previsto, potrebbe rappresentaare una spinta importante".

Umbria, Fioroni guarda al futuro: "Investimenti innovativi sul 4.0 e sulla transizione digitale"

Uno sforzo che dipende però anche dalle decisioni che verranno assunte in Europa: "BIsognerà aspettare per vedere se ci sarà la proroga di ulteriori sei mesi del 'Temporary framework' (il 'Quadro Temporaneo' per gli aiuti di Stato adottato dalla Commisione europea il 19 marzo del 2020 per sostenere l'economia nel contesto della pandemia da coronavirus, ndr), perché con l'attuale scadenza del 31 dicembre non sarà possibile attuare il nostro intervento. Ci sono comunque molte richieste in questo senso e, se come speriamo ci sarà uno slittamento di ulteriori sei mesi, allora potremo mettere in campo questa misura innovativa per accrescere l'occupazione nelle aziende. Già durante la prima fase della pandemia Gepafin è stata importante insieme ad altre partecipate, ma adesso che puntiamo a un sostegno all'economia potrà svolgere un ruolo ancora più importante".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battere la crisi, la governatrice Tesei punta all'occupazione: "Tre anni di contributi pagati per le imprese umbre: più lavoro, più futuro"

PerugiaToday è in caricamento