Lunedì, 21 Giugno 2021
Politica

Lavoro, Pastorelli (Lega): "Equo compenso per tutelare i professionisti e contro l'evasione fiscale)

Avviato in commissione a Palazzo Cesaroni l'iter della proposta di legge su "Norme in materia di tutela delle prestazioni professionali"

Il gruppo della Lega all’Assemblea legislativa dell’Umbria ha annunciato l’avvio dell’iter in Commissione della propria proposta di legge "Norme in materia di tutela delle prestazioni professionali per attività espletate per conto di committenti privati e di contrasto all'evasione fiscale".

"La proposta ha l'obiettivo di tutelare il lavoro dei professionisti e attenuare l'evasione rendendo obbligatorio il pagamento delle correlate eque spettanze da parte del committente per poter ottenere qualsiasi autorizzazione edilizia spiega il capogruppo Stefano Pastorelli - Nasce da una serie di confronti in videoconferenza organizzati dalla Lega durante il periodo di lockdown, con rappresentanti degli ordini professionali e tecnici e di associazioni di categoria presenti in Umbria, basati sull’ascolto delle problematiche esistenti e sull’approfondimento di tematiche specifiche".

La proposta di introduzione del principio di equo compenso intende superare il fenomeno che negli ultimi anni, anche per l'effetto dell'abolizione delle tariffe professionali, che consentivano la definizione dei compensi intesi come minimi inderogabili, ha caratterizzato le procedure di affidamento dei servizi e ha visto i committenti privati e molte amministrazioni prevedere compensi non correttamente, spesso neanche minimamente, rapportati alla qualità e alla quantità delle prestazioni richieste, oltre che alle diverse responsabilità attribuite ai professionisti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, Pastorelli (Lega): "Equo compenso per tutelare i professionisti e contro l'evasione fiscale)

PerugiaToday è in caricamento