Politica

Inchiesta sanità, Bocci restituisce la tessera del Partito democratico

Nella sede di via Bonazzi la direzione del partito dopo la bufera per le indagini della Procura

La direzione regionale si apre con la lettura di una lettera. L'ha scritta Gianpiero Bocci e l'ha indirizzata a Walter Verini: l'ex segretario regionale del Partito democratico dell'Umbria, ora commissariato e affidato proprio al parlamentare, ha deciso di restituire la tessera. 

"Gianpiero è messo bene di lì, molto bene": dalla Sanità ai sospetti su concorso Agenzia delle Entrate 

Su decisione del gip di Perugia, Gianpiero Bocci, è agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta della Procura su presunti concorso agevolati. All'esecuzione del provvedimento, era arrivata la decisione del segretario regionale Nicola ZIngaretti di commissariare i dem umbri in attesa che la vicenda si chiarisse. Per difendersi meglio, l'ex sottosegretario all'Interno ha scelto di uscire dal partito. 

VIDEO Inchiesta sanità, Bartolini: "Chiedo scusa agli umbri. AIla commissione del ministero chiederò se i concorsi possono essere annullati"

All'ordine del giorno della direzione, ovviamente, l'inchiesta giudiziaria e le sue conseguenze, in ottica non solo della governo regionale, ma anche delle imminenti elezioni amministrative ed europee. In via Bonazzi la serata si annuncia molto lunga. 

Inchiesta sanità, il gip: una "abituale attività illecita" sulle assunzioni. Anche sesso per l'aiutino

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sanità, Bocci restituisce la tessera del Partito democratico

PerugiaToday è in caricamento