Immigrati, Squarta: "Quanti milioni di euro abbiamo speso per curare i clandestini in Umbria?"

Il portavoce del centrodestra in consiglio regionale: "Fatichiamo ad aiutare gli umbri e spendiamo per i clandestini, voglio numeri precisi"

“Quanti milioni di euro sono stati erogati dalla Regione per sostenere le spese sanitarie di clandestini irregolarmente presenti in Umbria dal 2014 a oggi”. È quanto chiede, attraverso una interrogazione di cui annuncia la presentazione, il portavoce del centrodestra Marco Squarta (FdI) che chiede di “conoscere con precisione quanti migranti negli ultimi quattro anni si sono serviti del nostro sistema sanitario”.

"La Regione Umbria – spiega Squarta - vanta un credito importante nei confronti del Ministero per aver anticipato i soldi utili a pagare le cure degli immigrati senza permesso di soggiorno. Per questa ragione è importante entrare in possesso dei dati esatti riguardanti gli importi versati per il pagamento delle spese mediche sostenute per pronto soccorso, ricoveri, vaccinazioni, profilassi e bonifiche per le malattie infettive garantite agli 'stranieri temporaneamente presenti' in Umbria, ai quali nella stragrande maggioranza dei casi è stata rifiutata la domanda di asilo politico".

"Nella nostra Umbria - aggiunge Squarta - fatichiamo a reperire risorse per aiutare persone in difficoltà, mi riferisco anche ai malati gravissimi con disabilità o agli altri pazienti affetti da problemi di autismo. Sarebbe bene – conclude - che il denaro anticipato per l'assistenza primaria ai clandestini venga immediatamente restituito agli umbri in maniera tale da poter essere investito nell'ambito sociale senza ulteriori perdite di tempo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento