menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Blog di Franco Parlavecchio - In casa Pd si consuma quel classico Divorzio all'Italiana...

Prodi “non mi rassegno al suicidio”; Fassino “non dobbiamo rassegnarci all’inevitabile”; Veltroni “un incubo”.  A cosa si riferiscono i tre leader?  Alla situazione economica italiana? All'aumento della povertà delle famiglie? Agli ultimi dati sulla disoccupazione giovanile?   No! Queste parole forti sono dedicate alla scissione all’interno del PD...

Di chi è la colpa della rottura? Come in tutte le separazioni c’è un concorso di colpa e nessuno ha tentato realmente di ricucire, ha solo simulato di farlo. Chi, come me, ha partecipato alla fondazione del Partito Democratico ricorderà benissimo come il  progetto iniziale coinvolgesse separati in casa degli ex DS e degli ex Margherita, che tuttavia non sono mai realmente riusciti ad amalgamarsi.

Il tempo è passato senza che mai ci fosse una reale capacità inclusiva ma solo esclusiva; la parola “novità” è sempre stata vista con diffidenza. Ma qualcosa è cambiato, anche a livello regionale. Le divisioni si sono spostate dall’ideologia alla convenienza, vere e proprie cordate legate ai leader locali.

Per questo motivo la scissione non sarà quella delle idee ma quella degli interessi, supportata dal miraggio di un sistema elettorale proporzionale che solletica qualche fantasia di protagonismo in più. E le assemblee locali perderanno, forse, qualche personaggio che ha fatto la storia dell’Umbria, regalando momenti di approfondimento e analisi. Niente di nuovo comunque, solo storie già viste, molto lontane dalla realtà di tutti i giorni di un cittadino qualunque.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Motori

Nuova Jeep Compass ora anche a Perugia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento