Elezioni, centrodestra diviso a Gualdo. Cappelletti si presenta: "Missione ballottaggio e zero apparentamenti"

E'ufficiale la Lega e i civici di Fofi appoggiano Cappelleti sindaco. L'avvocato si presenta e non fa sconti a nessuno: "Ero disposto a fare un passo indietro... ma neanche quello andava bene. Vinceremo lo stesso"

Il centrodestra a Gualdo andrà diviso alle comunali di maggio. Le rotture del passato - quando la giunta Morroni fu commissariata -, le candidature messe sul tavolo della trattative e i personalismi esasperati (anche in vista delle Regionali 2020) non hanno permesso l'unità del centrodestra che è stata fondamentale per espugnare l'Umbria alle politiche di un anno fa (tutti i collegi tolti alla sinistra).

Il divorzio politico lo ha confermato il primo dei candidati di area (Lega più Civici) che si è presentato questa mattina: l'avvocato Paolo Cappelletti, un trascorso nella Dc e in Forza Italia. "Abbiamo provato in tutte le strade per trovare l'unità ma non è stato possibile trovare un accordo con gli altri alleati. Ero disposto a fare un passo indietro come candidato ma neanche questo era sufficiente. E allora a quel punto ho deciso di rappresentare l'area maggioritaria, come dimostrano i numeri e lo dimostreranno nelle urne anche a maggio. Saremo noi ad andare al ballottaggio perchè abbiamo una storia, capacità, professionalità e stiamo preparando un programma reale e attuabile per fermare il declino che a Gualdo stiamo vivendo a causa della crisi e delle politiche del Pd".

Alla domanda: è possibile un ritorno di fiamma ad un eventuale ballottaggio? Cappelletti di solito moderato, invece è perentorio nello spiegare la strategia: "Io ci metto la faccia, dopo il mandato che mi è stato dato dalla lista civica Cappelletti Sindaco e dalla Lega, e quindi non ho nessuna intenzione di fare apparentamenti con le altre liste. L'unità si poteva e si doveva fare prima. Non hanno voluto e allora io, in caso di ballottaggio, mi rivolgerò direttamente agli elettori spiegando di nuovo il programma e ribadendo che siamo noi la forza del cambiamento". Non si tratta di una separazione ma di un divorzio.

Se Erminio Fofi ribadisce l'impegno dei civici per Capelletti dopo l'esperienza di Governo e opposizione in questi 10 anni vicini alla Forza Italia di Morroni, la Lega non si guarda indietro e punta sulla nuova coalizione "che c'è e può vincere". "Non possiamo più aspettare - ha detto Alessia Raponi - manca poco alle elezioni e dobbiamo incontrare i cittadini perchè Gualdo non si merita altri 5 anni di nulla, di declino. Voglio però precisare: non è vero che ho rifiutato la candidatura a sindaco in attesa delle regionali 2020. La mia disponibilità è stata accantonata dagli alleati perchè la mia sarebbe stata candidatura troppo identitaria, politicamente parlando". 

Potrebbe interessarti

  • "Il paradiso delle signore", l'attore umbro Giordano Petri nella nuova stagione della fiction di Rai Uno

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

  • Crampi, come affrontarli e prevenirli

I più letti della settimana

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

  • La favola di Ferragosto: mamma Cristina e il piccolo Lorenzo più forti delle complicazioni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento