menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orgoglio "rosso", tanti giovani umbri lanciano l'appello: "Pronti a far nascere una sinistra popolare e anti-Pd"

"Siamo precarie/i, studentesse e studenti, disoccupati/e, lavoratrici e lavoratori, militanti di partiti, di associazioni, di sindacati studenteschi, di movimenti": inizia così il loro appello ai cittadini. Il 29 l'assemblea perugina dopo quella del Brancaccio a Roma

Sono giovani, sono impegnati politicamente e nel sociale, sono arrabbiati e sono in cerca di una vera sinistra alternativa al Pd e al centrosinistra. Non si sentono estremisti ma si sentono uomini e donne in cerca di una sinistra che governi il Paese e i territori pensando al basso e non all'alto, per il lavoro e non per il precariato, per i diritti  e non per la riduzione costante di questi. 

Uomini e donne dell'Umbria che hanno risposto presente all'assemblea del 18 giugno al Brancaccio lanciata da Anna Falcone e Tomaso Montanari. Ed ora lanciano un appello a tutti i cittadini e le forze sociali per dare vita ad una una Sinistra antiliberista, radicale e popolare. L'assemblea per discutere e fondare quella che chiamano "L'Alternativa" 29 giugno 2017 ore 17.30 presso la Sala Conti, via del Bellocchio - Perugia. Ecco il loro appello e dove firmarlo. 

****

Siamo precarie/i, studentesse e studenti, disoccupati/e, lavoratrici e lavoratori, militanti di partiti, di associazioni, di sindacati studenteschi, di movimenti.  Da anni siamo in prima linea nelle battaglie per l’acqua pubblica, per un lavoro dignitoso, per il reddito, per la casa, per un’istruzione pubblica, laica e aperta a tutti-e, contro le disuguaglianze, contro ogni tipo di discriminazione, in difesa della democrazia e della libertà. 

Siamo quelli che sono stati in piazza il 25 ottobre 2014 per bloccare il Jobs Act, abbiamo portato avanti il No Sociale al governo Renzi, contribuendo alla vittoria decisiva del 4 Dicembre. Il 17 Giugno scorso abbiamo manifestato contro la reintroduzione dei vouchers, contro lo schiaffo alla democrazia perpetrato dal governo Gentiloni.

Siamo compagne e compagni che tutti i giorni attraversano, sperimentano ed animano gli spazi sociali, presidi di democrazia e di alternativa sociale, siamo quelli che fanno della solidarietà attiva un valore e non una passerella mediatica, pensando alla politica come ad uno strumento di miglioramento delle condizioni materiali di vita delle persone. 

Siamo quelli che non pensano esistano frontiere e che fanno delle diversità un valore. Siamo quelli che sostengono la necessità di una Sinistra antiliberista, radicale e popolare. Una necessità per il Paese, ma anche per l'Umbria, una regione amministrata da un governo monocolore Pd completamente subalterno alle politiche di Renzi come dimostra la gestione del terremoto, una regione in cui le politiche neoliberiste significano allargamento delle povertà, della precarietà, della disoccupazione, tagli alla sanità, ai trasporti e alla scuola, privatizzazioni, assenza di programmazione. 
Siamo quelli che hanno contribuito alla schiacciante vittoria per il No. Secondo i dati oltre l’80 % dei giovani fra i 18 e 34 anni hanno votato NO. 

Per tali ragioni abbiamo partecipato all'assemblea del 18 giugno al Brancaccio lanciata da Anna Falcone e Tomaso Montanari. Secondo noi si è trattato di un momento positivo in cui è emersa la proposta di unire la sinistra sociale, politica e civica non attraverso accordi di vertice, ma con una partecipazione vera. Una proposta che ha le radici nella lotta per la difesa della Costituzione.

Vogliamo ripartire da qui per costruire insieme un’Alternativa, per costruire insieme una Sinistra antiliberista, radicale e popolare per questo invitiamo tutte e tutti a partecipare all’Assemblea pubblica del 29 giugno 2017 ore 17.30 presso la Sala Conti, via del Bellocchio - Perugia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento