menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Blog di Franco Parlavecchio - Come sopravvivere e riconoscere i candidati "molesti"

Il mio non è un consiglio per il voto ma un monito su chi evitare. Una sorta di kit per la sopravvivenza presente e futura 

Siete riusciti a sopravvivere anche a questa campagna elettorale? Non mi riferisco agli argomenti che spesso latitano ma più che altro servirebbe un corso di sopravvivenza per l’invadenza di qualche candidato che entra un po’ troppo nella parte. Ormai il 27 ottobre è vicino ed avete una grande opportunità, non solo per sostenere il vostro o la vostra preferita, ma per esercitare il diritto di voto destinato ad evitare i candidati peggiori. 

Ricordatevi che non esistono liste perfette, è più probabile trovare quelle imperfette.   Ma i candidati da evitare sono spesso trasversali, si nascondono ovunque. Quindi il mio non è un consiglio per il voto ma un monito su chi evitare. Una sorta di kit per la sopravvivenza presente e futura. 

Alcune regole basilari: Stai lontano da coloro che da qualche giorno hanno iniziato a salutarti quando prima non si erano mai accorti di te. Di punto in bianco sei diventato un soggetto interessante, un potenziale elettore, un numero. Dopo il voto riconquisterai il tuo completo anonimato. Evita quelli che mostrano continue foto di famiglia sui social, con l’immancabile animale a seguito, magari prestato dai vicini, tutti ovviamente felici. Forse nel frattempo hanno sette amanti o magari nascondono la propria omosessualità come se fosse un difetto.

Diffida di quelli che ti raccontano attraverso l’uso dei social cosa fanno ogni giorno mostrandoti foto di ogni tipo, da ciò che cucinano alle ultime analisi del sangue, come se avessero una vita più interessante della tua.  Dubita sempre di quei candidati che ti promettono ciò che tu obiettivamente non saresti in grado di fare; o hanno un delirio di onnipotenza o ti considerano un incapace.

E infine ci sono quelli che ti raccontano che sicuramente saranno eletti dimenticandosi che i consiglieri regionali sono 20 e non 1000.  Dal 28 ottobre tutti ritorneranno sulla terra, qualcuno anche cadendo rovinosamente.  Buone elezioni a tutti, soprattutto ai candidati più educati.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento