menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremotati avvisati, troppe incognite sulle risorse per la ricostruzione leggera di case e negozi

sul piatto mancano fondi, manca un piano finanziario che attribuiscano con certezze le prime risorse, regione per regione, sulle quali basare i rimborsi per i lavori di ricostruzione leggera

Troppe incognite aleggiano sul terremoto di Umbria-Marche-Lazio. In particolare sulla ricostruzione leggera (piccoli interventi per un immediata riapertura) per riaprire fin da subito abitazione, negozi e cantine anche a fine 2017. Ma sul piatto mancano fondi, manca un piano finanziario che attribuiscano con certezze le prime risorse, regione per regione, sulle quali basare i rimborsi per i lavori di ricostruzione leggera.

Il portavoce in Regione del centrodestra più i civici, Claudio Ricci, ha inviato una lettera al ragioniere generale dello Stato, con lettera formale, in relazione alla Legge di Stabilità Finanziaria 2017 (e Decreti Legge correlati, in itinere di conversione e definizione), per sapere “quante siano le risorse, per l'anno finanziario 2017, destinate alle fasi di emergenza e ricostruzione post sisma del Centro Italia e per l'Umbria, in particolare, se esiste una ipotesi di riparto”.

In sostanza, Ricci vuole sapere “quanto c'è da spendere subito per i programmi di emergenza e ricostruzione post sisma nell'anno 2017. Per fare presto e bene – spiega - occorrono risorse pari ad almeno 15/20 miliardi di euro in totale (nei prossimi 5 anni); inoltre bisogna semplificare, con utilizzo ampio delle auto certificazioni, anche tecnico progettuali e per le concessioni contributive”.

E' stato chiesto al presidente Marini di velocizzare gli iter di esee il dialogo con il “l'autonoma sistemazione, in case alternative o alberghi, ma occorre avere presto, sui territori colpiti dal sisma, unità abitative provvisorie. In merito alle Soluzioni Abitative Emergenza (prefabbricati collettivi) abbiamo dubbi sulle dimensioni dei moduli notte: 15 metri quadrati per 3 persone sono pochi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento