menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non ci resta che piangere. Sviluppumbria e Regione sponsorizzano l'Umbria... con una foto della Toscana

La rabbia del Comune di San Quirico d'Orcia: "Plagio alla fiera del turismo al Rimini. L'Umbria deve darci delle spiegazioni". Chi gestisce il turismo e lo sviluppo in Umbria non conosce neanche l'Umbria. E come sempre non pagherà nessuno!

Verrebbe da ridere e ridere ancora, se la situazione non fosse dannatamente seria. Anzi se la situazione economica dell'Umbria non fosse così disperata come abbiamo dimostrato in questi giorni (reddito, pensioni, spopolamento, lavoro zero). Invece c'è da piangere pesantemente anche perchè come sempre nessuno pagherà per il danno che è stato fatto. I fatti, tragici e comici allo stesso tempo, sono questi: nella più importante fiera del turismo nazionale e internazionale a Rimini l'Umbria si presenta con un volontatino promozionale al cui centro si vede una porta medievale e una valle verde di rara bellezza. Una paesaggio meraviglioso.

Foto paesaggio toscano per pubblicizzare l'Umbria, la Regione: "Noi parte lesa, comunque episodio marginale, era solo un invito alla stampa"
la Regione: "Noi parte lesa, comunque episodio marginale, era solo un invito alla stampa"


 

Potrebbe interessarti: https://www.perugiatoday.it/politica/figuraccia-manifesto-promozione-umbria-regione-marini-parte-lesa.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PerugiaToday/100142986753754

Obiettivo: pubblicizzare le bellezze medievali, paesaggistiche e i cammini di Francesco e Benedetto. Tutto bello. Peccato però che quell'immagine non immortala un angolo dell'Umbria ma di Toscana. Quell'antica porta di accesso al centro storico è Porta di Vignoni sita nel comune di San Quirico d'Orcia, Siena, Toscana. Il paesaggio sottostante anche quello, ovviamente, non è umbro ma fa parte della favolosa collina toscana. Il Comune di San Quirico d'Orcia parla di plagio e ribadisce che è in vigore dal 2011 il copyright sul paesaggio. L'assessore al turismo dell'Umbria è stato redarguito via lettera direttamente dal comune e dall'intera comunità toscana scippata di quest'angolo di paradiso. Nel mirino anche Sviluppumbria che è l'ente insieme alla Regione che ha promosso questa campagna pubblicitaria drammatica.

Foto di un paesaggio toscano per pubblicizzare l'Umbria, Sviluppumbria si difende: "Colpa della società di grafica". Ma nessuno ha controllato? Strano...
Foto di un paesaggio toscano per pubblicizzare l'Umbria, Sviluppumbria si difende: "Colpa della società di grafica". Ma nessuno ha controllato? Strano...

"Casi di plagio delle bellezze del territorio della Val d’Orcia e di San Quirico in particolare – commenta il sindaco Agnelli – sono sempre più frequenti. Ormai non passa settimana che il nostro paesaggio non venga utilizzato da altri soggetti in modo non corretto e distorto". Nella lettera inviata “si auspica pertanto una più attenta e accurata verifica preventiva delle notizie e delle fotografie pubblicate per un maggior rispetto delle aspettative degli utenti, tenendo presente che viene da voi veicolata ufficialmente l’immagine di un’importante Regione italiana: l’Umbria”. Non si tratta di una figuraccia istituzionale, ma è la dimostrazione che non abbiamo minamamente idea di come portare avanti un evento pro-Umbria anche perchè evidentemente chi si occupa di turismo, grafica e sviluppo dell'Umbria... non conosce l'Umbria. Ma dove vogliamo andare? 


 

Potrebbe interessarti: https://www.perugiatoday.it/politica/umbria-immagine-toscana-su-pubblicita-pro-umbria-sviluppumbria-colpe-grafici-esterni.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PerugiaToday/10014298675375
"Casi di plagio delle bellezze del territorio della Val d’Orcia e di San Quirico in particolare – commenta il sindaco Agnelli – sono sempre più frequenti. Ormai non passa settimana che il nostro paesaggio non venga utilizzato da altri soggetti in modo non corretto e distorto". Nella lettera inviata “si auspica pertanto una più attenta e accurata verifica preventiva delle notizie e delle fotografie pubblicate per un maggior rispetto delle aspettative degli utenti, tenendo presente che viene da voi veicolata ufficialmente l’immagine di un’importante Regione italiana: l’Umbria”. Non si tratta di una figuraccia istituzionale, ma è la dimostrazione che non abbiamo minamamente idea di come portare avanti una campagna pro-Umbria anche perchè evidentemente chi si occupa di turismo e sviluppo dell'Umbria... non conosce l'Umbria. Ma dove vogliamo andare? Forse sarebbe meglio tutti a casa. Ma da noi a casa vanno solo gli operai e i dipendenti privati... quelli pubblici a partire dai dirigenti dormono sogni tranquilli. 

SQ_plagio_umbria-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento