Trasporti, 'Alta Velocità': via alla sperimentazione della navetta Chiusi-Perugia

Ad annunciare l'ok dell'assessore Melasecche il consigliere regionale Fora ('Patto civico per l’Umbria'): "La mia mozione approvata all'unanimità: quando c'è confronto tra maggioranza e opposizione si possono fare grandi cose"

Una navetta da Chiusi a Perugia per collegare la fermata dell'Alta Velocità con il capoluogo umbro. Scatterà lunedì (27 luglio) la sperimentazione di questo servizio solo di mattina e nella sola direzione Chiusi-Perugia, con la navetta che passerà per i comuni del lago Trasimeno, mentre in quella opposta il collegamento sarà per quest'anno garantito da un treno.

Ad annunciare l'ok da parte dell'assessore Enrico Melasecche (Trasporti) è Andrea Fora: "Esprimo con grande piacere la soddisfazione per il raggiungimento dell’obiettivo della mia mozione, approvata all’unanimità - dichiara il consigliere regionale di 'Patto civico per l’Umbria' -. Si migliorano così i collegamenti della zona ovest dell’Umbria con il sud e nord Italia. Lo scorso anno il servizio da Chiusi ha raggiunto un importante target di successo, con oltre 16mila biglietti ‘staccati’ nel periodo 9 giugno-6 gennaio. Il pieno utilizzo della fermata dell’Alta Velocità da Chiusi mediante l’istituzione di questa navetta sarà molto utile per gran parte della zona ovest della nostra regione ma soprattutto in questa stagione potrà permettere ai turisti provenienti dal Nord e dal Sud di raggiungere non solo le principali località di Siena e le sue Terre, della Val di Chiana, della VaI d’Orcia, dell’Amiata come avvenuto finora, ma anche i comuni umbri del Trasimeno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un territorio strategico per l'Umbria in chiave turistica: "È un primo, piccolo ma importante segnale di attenzione per rilanciare lo sviluppo di tutta quell’area del Trasimeno - ha aggiunto Fora -. Ora occorrerà investire su altre infrastrutture per il rilancio economico di un territorio ricco di grandi potenzialità ed attrattività turistiche ma anche imprenditoriali, tramite una forte capacità di progettazione e visione che metta al centro lo sviluppo sostenibile, il 'green new deal', l’innovazione e la ricerca. Questa operazione testimonia che quando fra maggioranza e minoranza ci si confronta nel merito delle questioni, avanzando idee, proposte, progetti di qualità per il territorio, con capacità di ascolto reciproco pur nella chiarezza e distinzione di ruoli e responsabilità, l’Assemblea Legislativa può fare grandi cose per il bene dell’Umbria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Un'azienda perugina protagonista al matrimonio vip di Elettra Lamborghini sul Lago di Como

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento