Consiglio comunale, più bus da Ferro di Cavallo per il centro storico? No, ecco perchè

Niente da fare. Nel periodo estivo - almeno per il momento - non saranno aumentate le corse dei bus da e per Ferro di Cavallo come aveva chiesto in un ordine del giorno - bocciato dalla maggioranza - il partito democratico. Oltre ai problemi di budget (da parte di Comune e Regione) per il trasporto pubblico regionale, c'è anche uno studio che dimostra come i tagli effettuati siano compensati con altre corse, anche se questo comporta dei cambi ulteriori. "a linea H - hanno ribadito in consiglio comunale i vertici del Pd - che collegava il quartiere con il centro storico (fino a Piazza Italia), è stata soppressa e non solo per il mese di agosto ma anche per quello di luglio, generando comprensibili disagi e proteste da parte dei fruitori del servizio, acuiti dalla consueta chiusura estiva del Minimetrò".

L'ordine del giorno stato respinto con 10 voti contrari (maggioranza), 8 a favore (opposizione) e un astenuto (De Vincenzi).  L’Assessore Casaioli ha riferito che tempo fa la Regione aveva garantito sulla costituzione a breve dell’agenzia unica per il trasporto; ciò aveva indotto l’Amministrazione in sede di redazione del bilancio a ridurre gli stanziamenti al tpl di circa 200mila euro. Purtroppo poi la costituzione dell’agenzia è rimasta una mera ipotesi e ciò ha costretto il Comune ad effettuare alcuni tagli al trasporto pubblico in ragione dei 200mila euro ridotti a bilancio. A seguito di un tavolo tecnico con il consorzio Ishtar sono state pertanto individuate le corse “riducibili” e/o cancellabili, tra cui è emersa la linea H in quanto compensabile con altre. Critico sui tagli anche il capogruppo del Movimento 5 Stelle Cristina Rosetti:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La situazione, in particolare, è peggiorata dopo l’approvazione, da parte delle passate Amministrazioni, del Pum che ha dato corso ad un sistema di tpl inefficiente sotto ogni punto di vista. Per questo – ha commentato la capogruppo del M5S - l’auspicio è che nel nuovo Pums possano trovare spazio soluzioni di mobilità sostenibile ormai non più rinviabili; tra queste spicca il trasporto su rotaia, determinante per costruire il progetto della metropolitana di superficie".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento