Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Famiglie in difficoltà dopo il blocco per Covid. Porzi: "Riaprire i servizi per la cura salute mentale"

La consigliera regionale del Pd ha incontrato le associazione dei malati di queste patologie e si è fatta portavoce delle loro richieste

In consiglio regionale arrivano le richieste delle associazioni umbre sulla salute mentale dopo l'incontro con la consigliere regionale del Pd, Donatella Porzi. Dalle associazioni arriva un invito rivolto alla Giunta regionale per riaprire quanto prima e al massimo della sicurezza tutti i servizi per la cura di queste particolari patologie. Sono molti i casi di genitori che, dopo due mesi di quarantena, hanno difficoltà a tenere sotto controllo i propri figli. Oppure di chi vive nelle strutture e che non può ancora vedere i familiari.

Per Donatella Porzi “è necessaria ed urgente una seria programmazione da parte del direttore alla Salute e Welfare, Claudio Dario, in grado di dare linee guida chiare e tempi definiti ai direttori dei Distretti per la creazione di un numero adeguato di posti letto in Spdc (Servizi psichiatrici di diagnosi e cura). Le normative nazionali sono molto dettagliate e non prevedono la eventuale possibilità di utilizzare spazi dedicati alla salute mentale e Spdc come luoghi da riconvertire per l’emergenza Covid-19. In questo quadro - continua - è da rifiutare e contrastare nettamente la possibilità di trasloco del Servizio psichiatrico diagnosi e cura dell’ospedale di Terni per la creazione di ipotetici spazi Covid free. Servono scelte politiche di responsabilità e non provvedimenti delegati solo ai burocrati, frutto di improvvisazione e superficialità. Su questo vigileremo attentamente e se necessario attiveremo tutte le procedure ispettive che si dovessero rendere necessarie”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie in difficoltà dopo il blocco per Covid. Porzi: "Riaprire i servizi per la cura salute mentale"

PerugiaToday è in caricamento