menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Favorire la bigenitorialità e limitare i conflitti, in commissione passa l'istituzione del registro comunale

La proposta della consigliera Casaccia e del capogruppo della Lega Mattioni approvata dalla maggioranza

La Iv commissione consiliare del Comune di Perugia ha stituito il registro della "bigenitorialità" grazie al quale "anche solo uno dei genitori potrà richiedere che venga riportato il domicilio di entrambi i genitori" per poter essere sempre a conoscenza delle counicazioni relative ai figli: scuola, vaccinazioni, anagrafe.

L'ordine del giorno presentato dalla consigliera Daniela Casaccia e dal capogruppo della Lega Lorenzo Mattioni, chiedeva anche di "redigere ed adottare un apposito regolamento comunale della bigenitorialità, che disciplini l’utilizzo e la tenuta del summenzionato registro, auspicando che sia affiancato da un protocollo d’intesa con enti ed istituzioni che a qualsiasi titolo incidono sulla vita del minore".

Tre le richieste anche quella di "promuovere accordi con il sistema giudiziario che faciliti e incentivi l’uso del registro" e invitare la "Regione Umbria a promuovere l’istituzione di analogo Registro in ogni altro Comune della regione" oltre che "dare ampia diffusione/informazione all'istituzione di tale registro".

Con la creazione e l’aggiornamento del registro della bigenitorialità tutte le notizie e attività che riguardano i figli (prestazioni sanitarie, consenso medico-pediatrico, firma pagella, iscrizione scolastica, gestione eventi religiosi, centri estivi) dovranno essere inviate o portate a conoscenza di entrambi i genitori.

"Un segnale di attenzione nonché di civiltà nei confronti delle persone e delle famiglie che si trovano in condizioni di disagio - afferma la consigliera Casaccia - ma soprattutto dei minori che troppo spesso subiscono passivamente le sofferenze e le conseguenze delle separazioni, consentendo di attenuare e prevenire i risentimenti spesso dovuti alla conflittualità, con la eliminazione di tutti quegli squilibri legati all’essere o meno il soggetto presso il quale è stabilita la residenza anagrafica".

L'ordine del giorno è stato approvato con i voti della maggioranza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento