Lunedì, 21 Giugno 2021
Politica

La Giunta Tesei chiamata a fare chiarezza sulla riapertura della tratta ex Fcu Città di Castello-Sansepolcro

La capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio regionale ha chiesto ufficialmente alla Giunta di fare il punto dopo anni di promesse non mantenute

Dopo annunci, fiumi di parole e promesse non mantenute nell'ultima legislatura, la nuova Giunta Tesei è chiamata a fare il punto reale e preciso sui lavori dell'ex ferrovia Fcu in particolare nel tratto ancora tristemente chiuso che collega Sansepolcro-Città di Castello. Mentre si può circolare in treno, seppur quasi a passo d'uomo, da Umbertide a Ponte San Giovanni. Tempistiche certe sulla riapertura sono state ufficialmente chieste dall'assessore Melasecche da parte del capogruppo di Fratelli d'Italia Eleonora Pace che si è fatta portavoce di cittadini e pendolari umbri-toscani per cui la tratta è fondamentale per gli spostamenti. 

“La ex Ferrovia centrale umbra –  ha scritto l’esponente della destra - sta attraversando un’innegabile crisi strutturale, determinata dalle politiche poste in essere dalle precedenti amministrazioni regionali, a partire dalla Costituzione dell’Azienda unica dei trasporti. La tratta Città di Castello-Sansepolcro ha storicamente servito pendolari, studenti e fasce deboli per trasferimenti all'interno dell'Alta valle del Tevere e per il Capoluogo regionale. Da oltre due anni si sono succeduti annunci di riapertura e numerosi atti di sindacato ispettivo da parte di rappresentanti degli enti locali interessati”.

Per la Pace le comunità interessate "hanno il diritto di avere risposte ed impegni trasparenti da parte del nuovo Governo e della nuova maggioranza regionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Giunta Tesei chiamata a fare chiarezza sulla riapertura della tratta ex Fcu Città di Castello-Sansepolcro

PerugiaToday è in caricamento