menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Pd all'attacco: "Esercito a Fontivegge: non è un successo dei leghisti ma è simbolo della loro sconfitta"

“Perugia si trova ad affrontare un peggioramento del ‘problema sicurezza’ su cui la Lega ha basato le sue campagne elettorali"

“La Lega rivendica l’esercito a Fontivegge come una vittoria epocale, senza interrogarsi però sui motivi di tale necessità. Il tutto a 2.276 giorni di governo di destra a Perugia”: l'attacco porta la firma del gruppo consiliare del Partito democratico che è stata sempre contrario all'utilizzo dei militari a Fontivegge, prevedendo un piano alternativo. 

“Perugia si trova ad affrontare un peggioramento del ‘problema sicurezza’ su cui la Lega ha basato le sue campagne elettorali. Un problema – proseguono i consiglieri dem - che la Lega alla guida di questa città con Andrea Romizi, ormai da 7 anni, non solo non ha risolto, ma ha cavalcato dietro conferenze stampa, annunci, post e sfilate nel quartiere di Fontivegge”.

Per il gruppo regionale del Pd “la Lega è partito in totale difficoltà, più impegnato nelle conferenze stampa e nel ringraziare continuamente il leader nazionale per cose che non ha fatto piuttosto che affrontare nelle sedi preposte che cosa sta accadendo alla città che governano. Ormai – concludono - è un dato di fatto: la destra a Perugia, priva di qualunque visione e progetto, ha fallito. La Lega non vuole assumersi le responsabilità di questo clamoroso fallimento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento