menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali 2015, la Presidente Marini si ricandida: "Siamo più forti e ora il futuro non ci fa paura"

a candidata del centrosinistra ha accolto quasi 800 ospiti per la prima tappa degli incontri in Umbria per la campagna elettorale. Giovani spettatori e sostenitori hanno occupato le prime file della platea. Ecco tutto il pensiero della Marini che parla di ottimismo e di una crisi che non fa più paura

Entusiasta e trasmette entusiamo. Ma soprattutto parla di futuro migliore, di molte imprese che sono ripartite e della convinzione che si può attingere ai fondi europei per rilanciare l'economia senza fare tagli al welfare. La presentazione della candidatura bis di Catiuscia Marini - a Umbriafiere - è all'insegna anche del tutto esaurito: molti iscritti al pd, alleati ma anche operai, imprenditori e artigiani. L'intervento della Governatrice viene anticipato dai racconti dell'Umbria che produce, che lotta e che è in difficoltà. Nel frattempo la Marini si concede ai giornalisti e spiega perchè bisogna essere ottimisti dopo 5 anni di suo Governo.

"La crisi ha fatto sentire fortemente i suoi effetti sulle famiglie e sulle imprese di questa regione ma è anche una crisi che lentamente stiamo lasciando alle nostre spalle e sarà possibile reagire con robustezza e capacità da parte della Regione". La Presidente ribadisce che non è solo una sensazione ma ci sono imprese che stanno reagendo continuando ad assumere e conquistare mercati nazionali ed europei. "Già da oggi ma con maggiore incidenza nel futuro prossimo un gruppo importante di imprese sta ripartendo, ci sono nuove opportunità e stanno ripartendo gli investimenti e quindi si va avanti con molta più fiducia". Da qui quel suo slogan scelto per la campagna elettorale: "Per un'Umbria più forte, per l'Umbria di tutti". Le parole chiave sono lavoro e sviluppo. Nel senso che bisogna sfruttare l'Europa per rilanciare start-up e rendere le piccole imprese più solide.

"Sarà un'Umbria che finalmente riparte con molta velocità - ha detto la Marini ai giornalisti - e con più prospettive di lavoro visto che questa volta abbiamo certezze piu' consolidate, possibilità di sviluppo per le imprese, di ricerca, di innovazione ma anche di posti di lavoro che tornano finalmente ad essere presenti nella nostra regione". La Marini è convinta di un futuro roseo anche dopo aver consultato i conti e i tagli a cui si è riusciti a resistere riprogrammando tutta la Regione: "Quindi sarà un'Umbria che avendo fatto anche un lavoro rigoroso nei suoi conti, sulla capacità di programmazione, sulle risorse comunitarie, sulle relazioni con il governo nazionale e le istituzioni europee ha anche la base forte e robusta per farcela". Per la Marini la sfida è "provare a vedere più lontano" e "avere il coraggio di scegliere".

Dopo anni che hanno visto sommarsi la crisi economica a una spending review che ha sottratto all'Umbria "550 milioni di euro di risorse ogni anno", nel corso dei quali la Presidente ha spiegato che "abbiamo dovuto operare cambiamenti che oggi ancora non dipanano tutti gli effetti". Uno dei compiti per il futuro rimarrà affrontare i tagli imposti per salvaguardare il welfare, producendo benefici strutturali sul bilancio". In cima all'agenda c'è l'impegno "per le generazioni piu giovani, per riportare sogni e desideri alla loro portata". "Sarà una campagna elettorale intensa, vi chiedo di fidarvi di me. E ora come dice Leonardo Cenci*: Avantitutta!". *(presidente dell'associazione di assistenza ai malati di tumore Avantitutta!).

"Non ci sentiamo per niente la cenerentola dell'Italia mediana - ha concluso la Presidente - Serve un lavoro di squadra tra istituzioni e l'Umbria dei prossimi anni non può che stare dalla parte del lavoro e del merito, stando allo stesso tempo dalla parte dei piu fragili, con una politica che trova le soluzioni, anche quando sono impopolari". La Presidente non parla mai degli avversari convinta, dopo aver letto i sondaggi, che i prossimi 5 anni saranno sotto la sua regia. Urne permettendo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento