Regionali 2015, decisa la data delle elezioni: scattano le polemiche e sul rischio urne vuote per il Ponte

In Umbria saranno soltanto tre: uno in provincia di Perugia - Valfabbrica - e gli altri due nel ternano - Giove e Calvi dell'Umbria. Si voterà in una sola giornata - dalle 7 alle 23 - e lo spoglio avverrà la mattina del primo giugno. Polemiche sulla legge regionale e sulla data

Il Consiglio dei Ministri, guidato dal presidente Renzi, ha stabilito che l’Election Day - votazioni per Regioni e Comuni - è fissato per domenica 31 maggio. Si andrà a votare dunque per le regionali in Umbria ed altre 6 regioni (Veneto, Liguria. Toscana, Marche, Campania e Puglia). Si voterà anche in 1.089 Comuni italiani, tra cui 18 città capoluogo. In Umbria saranno soltanto tre: uno in provincia di Perugia - Valfabbrica - e gli altri due nel ternano - Giove e Calvi dell'Umbria. Si voterà in una sola giornata - dalle 7 alle 23 - e lo spoglio avverrà la mattina del primo giugno. 

POLEMICHE/ Il Governo non impugna legge e elettorale dell'Umbria nonostante le forti critiche a livello locale e nazionale - con il Corriere della Sera in prima linea - che ha suscitato il nuovo testo. Amareggiato per la posizione del Governo l'onorevole Galgano di Scelta Civica: "La legge elettorale umbra, proporzionale e senza soglia di sbarramento per il premio di maggioranza, viola chiaramente i principi di costituzionalità rilevati dalla Consulta anche per il Porcellum. E per questo faremo ricorso".

Secondo Galgano, infatti, occorre ribadire il principio per cui "gli elettori, siano essi chiamati alle urne per rinnovare i consigli regionali o il Parlamento, godono degli stessi diritti garantiti dalla Costituzione. Il principio di rappresentatività non può essere sacrificato interamente sull''altare della governabilità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

POLEMICHE/2 La data del 31 maggio scelta dal Governo Renzi viene vista molta male dal consigliere regionale di Fdi che ha chiesto alla Marini di fare pressioni sul governo affinchè venga per l'Umbria anticipata. "Il Governo Renzi ha finalmente deciso la data delle prossime elezioni regionali, vale a dire il 31 maggio. Lo ha fatto mostrando ancora una volta, però, la sua allergia ai passaggi democratici, visto che la data è troppo a ridosso di uno dei primi 'ponti' ormai estivi e che cio', unitamente al clima generale di antipolitica che pervade l'Italia, rendera' molto probabile una grande astensione dei cittadini chiamati al voto"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento