Elezioni comunali 2014

CRISI GESENU Boccali: "Azienda solida che ha vinto appalti in Sardegna"

Come è messa veramente la Gesenu? Rischia di fare la fine di Umbria Mobilità? Dopo le dimissioni del presidente Ventanni, Boccali spiega come stanno le cose e e vede un futuro roseo per l'azienda partecipata

Come è messa veramente la Gesenu - la società partecipata per lo smaltimento dei rifiuti - dopo le dimissioni irrevocabili del presidente Luciano Ventanni? Una domanda legittima dopo la liquidità di cassa pari a zero, la richiesta di un prestito ponte alle istituzioni e le differenti vedute su una ricapitalizzazione da parte sia dei soci pubblici e privati. Tutto questo per colpa dei crediti accumulati in Sicilia - e mai pagati nonostante il servizio portato a termine - e anche per via di certi appalti non andati a buon fine.

La grana Gesenu sta influendo sulla discussione elettorale pre-ballottaggio e in molti prefigurano uno scenario modello Umbria Mobilità. Chi respinge qualsiasi allarmismo è lo stesso sindaco Wladimiro Boccali che vestendo i panni anche del candidato, ha respinto al mittente qualsiasi accusa.  “Le dimissioni sono da inquadrare in una differenza di posizioni, per altro da tempo note, della parte pubblica (il Comune) e di quella privata riguardo alla necessità di rilanciare finanziariamente la azienda al fine di affrontare con serenità il futuro e continuare a svolgere con efficienza i servizi a beneficio dei cittadini, anche a Perugia. E’ una dialettica che andrà risolta, ed è del tutto fuori luogo evocare scenari allarmistici".

Per il primo cittadini il futuro di Gesenu è roseo e i crediti dalla Sicilia a breve entreranno in cassa: "Gesenu è una azienda che è e resta solida e affidabile, capace di vincere di recente un importante appalto in Sardegna e che presto potrebbe, grazie al decreto del Governo sul pagamento dei debiti alla Pubblica amministrazione, vedere onorati i propri crediti per il lavoro svolto in Sicilia". Boccali ricorda a tutti che grazie al rapporto Gesenu-Comune è stato possibile raggiungere il 63% di raccolta differenziata che colloca perugia ai primi posti di tutte le classifiche in materia di igiene urbana, in un quadro di stabilità dei posti di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CRISI GESENU Boccali: "Azienda solida che ha vinto appalti in Sardegna"
PerugiaToday è in caricamento