Domenica, 26 Settembre 2021
Politica Cerreto di Spoleto

AMMINISTRATIVE - A Spoleto tiene banco la questione ospedale, botta e risposta tra Cintioli e Coletto

L'assessore regionale risponde al candidato sindaco: "La giunta Tesei non prevede ridimensionamenti, forse è una proiezione di quanto vuol fare il candidato di sinistra"

La campagna elettorale per le elezioni amministrative di Spoleto si infiamma. Lo scontro, e non poteva essere altrimenti, è sull’ospedale e vede contrapposti Luca Coletto, assessore regionale alla Sanità, e il candidato sindaco Giancarlo Cintioli.

A scatenare l apolemica è stata la presa di posizione di Cintioli, secondo il quale nel nuovo piano sanitario regionale, la giunta Tesei avrebbe in mente di depotenziare l’ospedale spoletino.

“Apprendiamo anche noi grazie al candidato sindaco di Spoleto Cintioli che il nuovo Piano sanitario regionale, peraltro ancora in fase di stesura, punterebbe a ridimensionare l'ospedale della città – afferma Coletto - Siamo stupiti che si possa basare il proprio programma di candidatura su qualcosa di inesistente e raccontando ai cittadini cose non vere. Perché infatti non esiste e non è neanche esistito in passato un solo atto che preveda la chiusura del nosocomio”.

Secondo l’assessore regionale Coletto “i cittadini di Spoleto e gli umbri in generale, meritano maggiore rispetto e non dei racconti fantastici con streghe e lupi cattivi della destra dai quali difendersi – prosegue la nota - Ormai la coperta è diventata troppo corta e nessuno crede più a queste storie: ma chissà, magari senza volerlo, Cintioli ha messo in pratica quella che in psicanalisi si definisce ‘proiezione’ svelando così il piano segreto della sinistra? Se fosse così, in consiglio regionale faremo in modo di avviare un serrato confronto per garantire a tutti i cittadini umbri e ai cittadini di Spoleto il diritto alle migliori cure”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AMMINISTRATIVE - A Spoleto tiene banco la questione ospedale, botta e risposta tra Cintioli e Coletto

PerugiaToday è in caricamento