Elezioni regionali Umbria, Leonelli (Pd): "Dottorato riconosciuto come titolo valido nei concorsi della Regione"

Il candidato del Partito Democratico: "Ho anche depositato una mozione oltre un anno fa per far sì che chi si impegna nello studio e nella ricerca veda valorizzato il suo impegno"

“Mi batto da tempo per il riconoscimento del dottorato come titolo valido per i bandi pubblici della nostra regione. Ho anche depositato una mozione oltre un anno fa per far sì che chi si impegna nello studio e nella ricerca veda valorizzato il suo impegno”, il consigliere e candidato alle elezioni regionale Giacomo Leonelli (PD) interviene così sulla lettera aperta dell’Adi (l’Associazione dottorandi e dottori di ricerca in Italia) che, in vista delle Regionali del 27 ottobre, ha chiesto attenzione per una questione che riguarda le selezioni del personale della Regione Umbria.

“Il dottorato di ricerca è il più alto grado di formazione previsto dall’ordinamento universitario italiano ed europeo e rappresenta una garanzia di preparazione, questo titolo non trova ad oggi adeguata valorizzazione nel mondo del lavoro, sia esso privato o pubblico tanto che, nei contratti collettivi nazionali di lavoro, non è prevista alcuna posizione retributiva o alcuna declaratoria contrattuale nei relativi mansionari – spiega Leonelli -. Anche per questo l’appello dell’Adi va raccolto, è una battaglia che porto avanti da tempo perché è una battaglia fondamentale per il futuro dei giovani. Se vogliamo fare una speranza ai ragazzi che scelgono di investire sulla loro formazione, non abbiamo altra strada che riconoscere il valore dei loro titoli di studio”.
Leonelli spiega che la valorizzazione del merito e dei titoli di studio è un impegno “che mi prendo fin da subito, occorre introdurre un sistema di riconoscimento del dottorato: sarà uno dei primi atti che porterò all’attenzione del Consiglio regionale come ho già fatto in passato. Valorizzare la meritocrazia e andare alla ricerca delle migliori competenze è un passaggio fondamentale in cui, invece, tali valori sembrano passare sempre più in secondo piano nei ruoli e negli incarichi pubblici: serve quindi dare un segnale di svolta in questa direzione”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento