menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, la denuncia di Perugia Città in Comune: "Ci hanno impedito di volantinare fuori dall'ospedale"

E la lista Perugia Città in Comune, quella della candidata sindaco Katia Bellillo, denuncia un "inquietante episodio all'ospedale di Perugia"

E la lista Perugia Città in Comune, quella della candidata sindaco Katia Bellillo, denuncia un "inquietante episodio all'ospedale di Perugia". E ancora: "Corrono tempi bui per la democrazia e l’impegno civico se si impedisce ad una forza politica impegnata per le amministrative di domenica di distribuire materiale elettorale davanti all'ospedale di Perugia". 

Ecco la loro ricostruzione dei fatti: "E’ accaduto nella giornata di mercoledì quando le candidate ed i candidati per il Consiglio Comunale di Perugia Città in Comune hanno iniziato a consegnare alle persone il programma politico della lista. Avvicinati dalla vigilanza, è stato loro detto che la direzione ospedaliera non voleva che le persone venissero disturbate dal volantinaggio".

E ancora: "Come interpretare tale intimazione, seppure fatta con toni pacati? Chi si è assunto la responsabilità di attivare la vigilanza, in assenza di qualsiasi comportamento non adeguato da parte di chi stava esercitando un proprio diritto costituzionale? Si fa altresì notare che la distribuzione era effettuata al di fuori della struttura ospedaliera. Non si può per altro tacere che assistiamo ad una campagna elettorale in cui una coalizione, con un elevatissimo impegno economico, da settimane trasgredisce sistematicamente le norme elettorali, attraverso l’utilizzo di veicoli che esibiscono giganteschi cartelloni che perennemente stazionano in molteplici luoghi della città, quando al contrario dovrebbero essere sempre in movimento, mai in sosta. Non ci risultano sanzioni per tali violazioni, al contrario Perugia Città in Comune con Katia Bellillo sindaca, si trova ad essere intimidita ed impedita nella propria azione di informazione ai cittadini. Si sappia che non rinunceremo, mai, a rivendicare e praticare i nostri diritti sanciti dalla Costituzione".

All'ospedale di Perugia la risposta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento