rotate-mobile
Politica

Verso le elezioni, Marina Sereni ha deciso di non candidarsi. Bori: "Con qualità ha rappresentato l'Umbria e il Pd"

Marina Sereni, uno dei pezzi da novanta del centrosinistra nazionale seppur con radici umbre, ha deciso di non candidarsi più lasciando spazio ad altre figure del Pd di casa nostra, nonostante negli ultimi due anni ha rivestito un importante incarico di Governo: ovvero  viceministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale nei governi Conte II e Draghi. E' stata vice-presidente della Camera e del Pd, deputato dal 2001 e quindi con 4 legislature sulle spalle. Non lascia però la politica ma si dedicherà al partito e alle storiche battaglie delle donne e del centrosinistra. 

Marina Sereni ha incassato il plauso, il ringraziamento per quello che ha fatto dal segretario regionale Tommaso Bori: “Con grande responsabilità, senso di comunità e generosità Marina Sereni ha scelto di non ricandidarsi alle prossime politiche, impegnandosi a portare un contributo importante alla costruzione di liste forti, rappresentative e competitive, favorendo il ricambio generazionale e lavorando per un progetto credibile per un’Italia più giusta. A lei va il nostro più sentito ringraziamento. In primo luogo per aver rappresentato il Pd e l’Umbria in un percorso politico e istituzionale di grande spessore e qualità. Quindi, e soprattutto, per aver rinnovato il suo impegno al nostro fianco in un tempo complicato, che richiede visioni e risposte all’altezza di sfide alte e difficili”. Una donna umbra, al di la della visione politica, che ha saputo scalare i vertici dello Stato e del Partito e che ora ha il coraggio di rinunciare ad una candidatura che Letta non avrebbe mai osteggiato. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso le elezioni, Marina Sereni ha deciso di non candidarsi. Bori: "Con qualità ha rappresentato l'Umbria e il Pd"

PerugiaToday è in caricamento