menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, il centrodestra e sondaggi: "Avanti in tutti i collegi, batteremo Pd e M5S". Ecco i candidati

I vertici hanno presentato i candidati della coalizione di centrodestra per i collegi alla sala della Vaccara

"Vinciamo su tutti i collegi uninominali dell'Umbria: i dati parlano chiaro e indicano che siamo avanti alla Camera e al Senato. Il Pd continua a perdere punti ogni settimana che passa e il Movimento 5 Stelle non sfonda quota 30 per cento": l'analisi porta la firma del senatore Candiani, segretario regionale della Lega Umbria, che questa mattina insieme a Sandra Monacelli (Noi con l'Italia-Udc), Catia Polidori (Forza Italia) e Franco Zaffini (Fratelli d'Italia) hanno presentato i candidati della coalizione di centrodestra per i collegi uninominali di Camera e Senato. 

Mai come in questa tornata elettorale il centrodestra è convinto di fare l'impresa in Umbria: con il vecchio sistema elettorale - fino al 2008 - il Mattarellum nessun candidato della coalizione è riuscito nell'impresa di battere il centrosinistra. Stavolta tutti i collegi, secondo i sondaggi sarebbe contendibili: in particolare i due di Terni (a Camera e Senato) e Perugia 2 (Da Città di Castello fino a Foligno) mentre su Perugia 1 qualche punto avanti starebbe il Pd soprattutto grazie ai voiti dei comuni del Trasimeno. 

"Abbiamo tutti candidati - ha spiegato Catia Polidori  di Forza Italia - legati ai territori che hanno già dimostrato grandi doti politiche e di amministrazione. Saranno loro l'arma in più per arrivare alla vittoria il prossimo 4 MARZO. In Umbria il coordinamento è unito più che mai". I 5 collegi uninominali umbri sono stati così ripartiti: due alla Lega, due a Fratelli d'Italia e uno soltanto a Forza Italia, nessuno ai moderati di Noi con l'Italia che hanno optato per altre candidature pesanti nel resto del Paese. 

Il nome con più possibilità di farcela nel centrodestra è quello dell'attuale capogruppo regionale di Forza Italia, Raffele Nevi che si candida nel ternano: è conosciuto, ha esperienza ed il Pd è in profonda in crisi per via del Conune di Terni che sarebbe prossimo a saltare per via di un bilancio molto malmesso. In più il candidato del centrosinistra, Cesaro Damiano, per quanto ex ministro è pur sempre un paracadutato. Il nome forte è quello di Donatella Tesei, attuale sindaca di Montefalco - indipendente passata alla Lega - mentre la sfida più gustosa è tra quarantenni perugini (Camera Perugia 1): Emanuele Prisco (Fdi) e l'attuale segretario regionale Giacomo Leonelli. Il classico della politica nostra (al Senato) l'ex sindaco di Umbertide Giulietti contro l'ex consigliere regionale Zaffini. Non manca la sfida alla "David contro Golia": rispettivamente tra il giovin candidato leghista Marchetti e il grande vecchi del Pd, Gianpiero Bocci, "Quando io nascevo - ha detto Marchetti - lui stava già acquisendo potere politico in Umbria... zero credibilità dopo 35 anni di poltrone Inoltre questo suo inizio di campagna elettorale si è caratterizzato per gli insulti alla Lega e al suo popolo, sengo di grande nervosismo. Mentre il sottoscritto si confronta solo suoi programmi.": ha ribadito Marchetti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento