rotate-mobile
Politica

Elezioni, i sindacati escono allo scoperto: "L’Umbria ha bisogno di una nuova Europa"

L'appello dal voto di Cgil, Cisl e Uil: "Noi vogliamo un’Europa unita, fondata sul lavoro e sui diritti, non l’Europa delle piccole patrie"

Allo scoperto. I sindacati dell'Umbria mettono nero su bianco il loro appello per il voto di domenica 26 maggio. E sì, sono contro i sovranisti: "Il voto di domenica per le elezioni europee rappresenta un’occasione straordinaria per sostenere la necessità di un'Europa più forte, solidale, contro le disuguaglianze sociali e fondata sul lavoro. Anche la nostra Umbria ha quantomai bisogno di questa nuova Europa”.

Parole dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, Ulderico Sbarra e Claudio Bendini: “Noi vogliamo un’Europa unita, fondata sul lavoro e sui diritti, non l’Europa delle piccole patrie, che non avrebbe futuro in un contesto globale sempre più polarizzato tra Usa e Cina - continuano i tre segretari umbri - ecco perché serve una politica industriale europea, la nostra piccola Umbria ne ha più che mai bisogno, per mettere fine a delocalizzazioni, dumping contrattuale, competizioni al ribasso che finiscono per penalizzare sempre i soliti noti, le lavoratrici e i lavoratori. Domenica andiamo tutte e tutti a votare - è l’appello di Sgalla, Sbarra e Bendini - e scegliamo l’Europa del lavoro, dei diritti e della democrazia”. 

Ma domenica sarà anche il giorno delle elezioni amministrative, con più di 60 comuni umbri alle urne. E i sindacati parlano anche qui: “Vogliamo inviare a tutte le candidate e a tutti i candidati un in bocca al lupo - concludono i tre segretari - perché l’Umbria ha bisogno di idee e progetti per far ripartire la sua economia e soprattutto per creare lavoro di qualità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, i sindacati escono allo scoperto: "L’Umbria ha bisogno di una nuova Europa"

PerugiaToday è in caricamento