menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, la promessa del Pd: "Umbria fuori dall'isolamento, Alta Velocità a Terni e al Trasimeno"

Il Partito Democratico mette in campo il suo progetto per l'Umbria: 10 impegni per il futuro, affiancati a 10 obiettivi raggiunti

Dalla ricostruzione post terremoto al Nodo di Perugia. Dal nuovo Frecciarossa Perugia-Milano al raddoppio del binario della Orte Falconara e l’allacciamento all’Alta Velocità di Terni e del Trasimeno. Dalla Perugia-Ancona al completamento degli investimenti sulla ex Fcu.  Il Partito Democratico passa ai programmi e mette in campo il progetto per l’Umbria per le elezioni politiche di marzo.  Dieci impegni futuri, dieci punti già realizzati. “È il nostro biglietto da visita  - ha sottolineato il segretario regionale Pd Giacomo Leonelli – il curriculum con cui ci presentiamo agli elettori dicendo che accanto ai temi di valenza nazionale, che sono il cuore della nostra proposta e dimostrano come il governo a trazione Pd in questi cinque anni abbia messo in campo riforme importanti e misure vitali per la crescita del Paese, noi stiamo costruendo un progetto che parla di Umbria. Per questo ringrazio tutti coloro che nel Pd si spendono ogni giorno per tenere alta l'attenzione sui contenuti, lavorando nei dipartimenti, elaborando proposte, raccogliendo suggerimenti e idee”.
 

Appena sfornato, il programma Pd ha fatto il suo debutto sabato scorso, in occasione dell'evento al Capitini col segretario nazionale Matteo Renzi e ai candidati, “persone che possono aggiungere alla proposta della segreteria nazionale – ha detto Leonelli – ed è anche su questo che chiederemo consenso”.

Si parla di cultura, di infrastrutture e trasporti, di lavoro e sanità, di crescita e sviluppo, di ricostruzione e ambiente. “Abbiamo voluto affrontare i temi fondamentali per lo sviluppo delle nostre terre tenendo insieme cose fatte e obiettivi da centrare attraverso le opportunità che arrivano quando un governo sa ascoltare i governi dei territori. Solo a Perugia e solo per citare alcune delle cose fatte, è stato possibile portare l'Alta velocità ferroviaria, posare la fibra, investire sulle periferie e sulla cultura, Umbria Jazz è manifestazione di interesse nazionale e riceverà dal governo 1 milione di euro l'anno, si è statizzata l'Accademia di Belle Arti”.

Nel futuro, invece, “porteremo l’Alta Velocità a Terni e al Trasimeno”, ha spiegato il candidato (e segretario regionale) Giacomo Leonelli. E poi c’è la questione del Frecciabianca e del raddoppio della Terni-Orte. Il tutto senza dimenticare il Nodo di Perugia (incredibile, ma vero). E allora ecco che interviene la presidente regionale Catiuscia Marini: “Stiamo lavorando per il raddoppio del binario della linea Ancona-Orte nel tratto umbro. Questo permetterà di collegare Terni e Roma con i Frecciabianca, quindi agganciarsi all’Alta Velocità in 38 minuti”. E poi il Nodo, “inserito nell’allegato delle infrastrutture per l’Umbria del Governo. Ci sono 82 milioni disponibili sul Nodo di Perugia, nel tratto Ponte San Giovanni, che ha copertura finanziaria ed è inserito nell’intervento sulla Orte-Mestre”. Per il futuro, invece, “come Pd abbiamo indicato come obiettivi da portare a termine gli interventi sulla E45 e sull’altra parte del Nodo, quella risolutiva per l’accesso a Perugia”. Infine, “a giugno ci sarà la chiusura della Quadrilatero e l’apertura definitiva della Perugia-Ancona”.
 

Parola d’ordine: fuori dall’isolamento. E subito. 

I punti del programma elettorale del Pd - Clicca su continua  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento