menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In  primo piano il radicale Maori

In primo piano il radicale Maori

LA DENUNCIA Vietato il banchetto per raccogliere le firme ai Radicali: "Ci negano un diritto costituzionale"

La decisione non arriva dal Comune, ma dalla Sipa la società che gestisce il piazzale-parcheggio del minimetrò, già sede del mercato cittadino

Vietato il banchetto dei Radicali perugini per raccogliere le firme nel piazzale Umbria Jazz nella zona di Pian di Massiano. La decisione non arriva dal Comune, ma dalla Sipa la società che gestisce il piazzale-parcheggio del minimetrò, già sede del mercato cittadino del sabato. Il motivo del divieto è stato scritto e denunciato dai Radicali: "contrariamente a quanto avvenuto in passato, l’autorizzazione ci è stata negata con una motivazione assurda se non ridicola: “la nostra policy aziendale prevede che l’utilizzo delle aree in nostra concessione presso Pian di Massiano da parte di partiti politici debba essere limitato alla sola attività informativa alla cittadinanza e pertanto non ci è possibile soddisfare la vostra richiesta per attività di raccolta firme". Quindi, distribuire materiale informativo sì, raccogliere firme no".

L'associazione è impegnata in queste settimane in una raccolta firme per una legge di iniziativa popolare “Nuove norme per la promozione del regolare soggiorno e dell'inclusione sociale e lavorativa di cittadini stranieri non comunitari" annunciata nella gazzetta ufficiale n. 88 del 14 aprile 2017. "Non capiamo - hanno ribadito Guatini e Maori - quale sia la contorta logica dietro questo diniego, ci domandiamo però se sia lecito da parte di una concessionaria che gestisce un luogo pubblico e aperto al pubblico arrogarsi il diritto di vietare l’esercizio di un diritto costituzionalmente garantito". I radicali hanno chiesto con urgenza al Comune di Perugia di farsi carico in prima persona della gestione delle autorizzazioni anche per l’area di piazzale Umbria Jazz "o, in subordine, di diffidare immediatamente Sipa affinché rilasci il permesso per tenere i banchetti di raccolta firme nostro e di tutti gli altri soggetti che ne facciano richiesta".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento