rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Svuota carceri, Ugl Umbria all'attacco: "Carcere non è discarica sociale"

L'Ugl Umbria interviene sulle dichiarazioni del ministro Severino in merito all'apporvazione definitiva del decreto svuotacarceri

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

Le schiette dichiarazioni del Ministro Severino all'esito della definitiva approvazione del pacchetto dalla stessa definito Salvacarceri, dichiara il Segretario Regionale Gaudiosi Enzo, testimoniano probabilmente la sincera volontà di non stravolgere il sistema sicurezza italiano ma ripristinare regole più ferree laddove per anni si é utilizzato il carcere come una discarica sociale.

E' indubbio che migliorare la qualità della vita all'interno delle carceri per le persone detenute si trasformerà anche in migliori condizioni di lavoro per il personale di Polizia Penitenziaria che ha già dato la sua disponibilità a contribuire ai necessari controlli sul territorio ad esempio dei soggetti che beneficeranno delle misure alternative alla detenzione che ad oras assorbono molte unità nelle altre forze di polizia pur trattandosi di controlli sull'esecuzione penale, ovvero verifiche dell'attuazione delle disposizioni del giudice di sorveglianza che spesso non vengono effettuate con la tempestività che occorrerebbe.

Per questo il Coordinamento Sicurezza dell'UGL ha da tempo chiesto di incrementare le unità di personale negli UEPE e negli uffici di sorveglianza, a cui assegnare il controllo dell'esecuzione penale esterna che ora viene assolto solo marginalmente. A ciò va aggiunta la necessità di un maggiore coordinamento tra le forze dell'ordine che devono essere messe in condizione di operare con adeguati mezzi e uomini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svuota carceri, Ugl Umbria all'attacco: "Carcere non è discarica sociale"

PerugiaToday è in caricamento