menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sostegno e valorizzazione delle reti museali: al via domani il bando della Regione Umbria

Ottimizzazione delle modalità di gestione, incremento dei visitatori e modalità alternative di fruizione museale sono tra gli obiettivi previsti dal bando dell’assessorato alla Cultura

Al via il bando per il sostegno e la valorizzazione delle reti museali umbre che domani (mercoledì 28 aprile) sarà pubblicato nel bollettino ufficiale della Regione Umbria. Ottimizzazione delle modalità di gestione, incremento dei visitatori e modalità alternative di fruizione museale sono tra gli obiettivi previsti dal bando dell’assessorato alla Cultura per la concessione di contributi per la valorizzazione dei musei e delle raccolte.

I finanziamenti sono destinati al sostegno e al rafforzamento delle dieci reti museali dell’Umbria che, nell’ambito del sistema museale regionale, hanno realizzato progetti in materia già finanziati con il programma annuale 2020. In particolare, dovranno essere previste iniziative che diano continuità agli interventi avviati, tenendo conto delle problematiche emerse nel periodo di emergenza Covid-19 e dell’impatto avuto sul territorio dal precedente intervento. Il costo complessivo dei progetti dovrà essere compreso tra 25 mila e i 60 mila euro; potrà essere prevista una quota di spese generali non superiore al 10% del costo complessivo del progetto; ed è richiesta una quota minima di cofinanziamento pari al 20 per cento dell’importo totale dell’intervento.

“I progetti - ha spiegato l’assessore Paola Agabiti - dovranno prevedere modalità alternative di fruizione museale attraverso attività e materiali divulgativi da utilizzare all’interno dei musei, in sedi alternative, a distanza e come contenuti digitali sul web. Dovranno inoltre essere indicati i potenziali destinatari delle iniziative, anche prevedendo attività integrate con quelle di altri istituti e luoghi della cultura, tra cui biblioteche e archivi storici, e in collaborazione con altri soggetti, come ad esempio le scuole”.

Tra le attività di valorizzazione sono incluse le attività di formazione per operatori museali finalizzate alle tecnologie digitali e all’aggiornamento di siti web e canali social delle strutture museali; la divulgazione e educazione al patrimonio culturale; l’organizzazione di iniziative culturali collaterali all’attività museale riguardanti il territorio di riferimento dei musei della rete; le attività incentrate sulla partecipazione attiva degli utenti e attività di comunicazione e di promozione del progetto di valorizzazione sui canali social. Tutti i materiali realizzati potranno essere riutilizzati e diffusi anche attraverso i portali e i canali di comunicazione della Regione Umbria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento