menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, "tamponi obbligatori e a pagamento in Umbria": interrogazione al ministro della Salute

Gallinella e Ciprini (M5s): "È semplicemente inaccettabile"

E il caso 'Umbria' arriva sul tavolo del ministro della Salute. I deputati del Movimento 5Stelle Filippo Gallinella e Tiziana Ciprini hanno presentato un'interrogazione a Roberto Speranza. Argomento: "La Giunta Regionale dell’Umbria, nella delibera 1139/2020, ha disposto di rendere obbligatoria l’effettuazione del test molecolare, presso laboratori privati, in caso di risultato positivo del test sierologico o antigenico".

L'interrogazione dei parlamentari pentastellati è stata presentata “affinché intervenga, a tutela della libertà di scelta dei cittadini umbri di rivolgersi alla sanità pubblica per l’effettuazione del test molecolare".

E ancora: "È semplicemente inaccettabile che, in base a questa delibera, non solo si imponga ai cittadini umbri di realizzare i test nei laboratori privati, ma si chieda agli stessi di effettuarli contestualmente nel caso in cui sia emersa la positività. E ciò – proseguono – significa un esborso di denaro che va dagli 80 ai 90 euro per test, tutti a carico del paziente. Oltretutto, la circolare del dicastero del 30 ottobre 2020, riguardante la materia, nulla dispone in questa direzione e nemmeno sembra legittimare l’introduzione di un obbligo che pregiudichi i soli cittadini umbri, non risultandovi essere analoghe delibere regionali nel resto d’Italia. L’auspicio – concludono Gallinella e Ciprini – è che il ministero prenda provvedimenti immediati e intervenga affinché la Giunta torni sui suoi passi, al fine di evitare che i costi di una cattiva gestione, ricadano direttamente sui cittadini umbri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento