Politica

Covid, la battaglia di Coletto a Roma: "Bene i vaccini, ma servono le terapie monoclonali per curare senza ricoveri". E smonta la "scusa" del caro-prezzo

La presa di posizione dell'assessore regionale alla sanità Luca Coletto per combattere il virus a 360 gradi. Ecco a cosa servono i questi farmaci già approvati dall'Aifa

Non solo vaccino, ma per combattere la pandemia, ai tempi della variante Delta, serve che da Roma arrivino fondi e via libera all'utilizzo sistematico della terapia monoclonali per arginare il vero dramma di questa pandemia: i ricoveri e i decessi delle persone più a rischio. E' questa la battaglia dell'Umbria e in particolare dell'assessore regionale Luca Coletto che ha portato alla ribalta degli incontri nazionali con il Governo, tramite il rapporto quasi quotidiano tra Regioni e Stato. L'assessore su questo punto, nel giorno dell'analisi dell'andamento della pandemia, è stato chiaro in nome di una battaglia che si deve combattere con più strumenti e non solo con la vaccinazione. Non è un mistero scientifico che la doppia dose in alcuni casi non ferma l'infezione e questo potrebbe portare anche ad un ricovero.  

“In sede di commissione salute – ha riferito Coletto – ho sollecitato che questo tipo di terapia venga estesa il più possibile perché funziona e permette di evitare l’occupazione  degli ospedali" L'assessore ha smontato anche il freno (di certi ambienti nazionali) alle terapie monoclonali diffuse per via degli alti costi. "Se il limite è quello dei costi – ha aggiunto – bisogna tener presente che la spesa per questa terapia per il sistema sanitario è equivalente a quello sostenuto per il ricovero di un giorno in terapia intensiva”. Ma cosa è la terapia monoclonali? E un’alternativa rapida e efficace alle terapie anti-Covid e ha dimostrato di fornire una protezione anche contro le varianti del Sars-CoV-2. Evita di finire ricoverati o peggio ancora in terapia intensiva. Negli ultimi mesi sono stati sperimentati e approvati dei farmaci ai monoclonali - già tre hanno ottenuto il via libera da Aifa - che sono a disposizione degli italiani e della nostra sanita. La terapia prende spunto da quanto già sperimentato, con buon grado di successo, su certe patologio oncologiche. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, la battaglia di Coletto a Roma: "Bene i vaccini, ma servono le terapie monoclonali per curare senza ricoveri". E smonta la "scusa" del caro-prezzo

PerugiaToday è in caricamento