menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, il Pd torna a tuonare contro l'Ospedale da campo: "Mai attivate le terapie intensive: poco pazienti al giorni ospitati"

E' una battaglia ormai storica dell'opposizione che avrebbe voluto investire in altre stutture già presenti

“Un ospedale da campo utilizzato per pochi giorni, per scopi diversi da quelli previsti e costato oltre quattro milioni di euro di risorse pubbliche, che sono dunque servite per realizzare un luogo di triage che, nell’ultimo mese, ha ospitato in media meno di 4 pazienti al giorno”. Il gruppo regionale dell'Umbria del Partito democratico torna a sparare a zero sulla struttura regionale realizzata nel parcheggio del Santa Maria della Misericordia di Perugia, considerata poco utile e utilizzata al minimo in questa fase emergenziale a fronte di un investimento intorno ai 4.5 milioni di euro (pagato dalla Banca d'Italia dopo averne apprezzato il progetto presentato dall'Umbria). 

"Doveva servire - ha insistito il Pd - per alleggerire la pressione sugli ospedali e aumentare la capacità di gestione dei pazienti più gravi, doveva risolvere i problemi emergenziali e per questo furono utilizzate procedure di gara tutte da verificare. Il risultato? Nessuna terapia intensiva attivata nell’ospedale da campo che invece si è inspiegabilmente trasformato, non sapendo cosa farci, (anche a causa dell’andamento dell’appalto), in un mero reparto di osservazione breve per pazienti Covid, prima dell’eventuale vero e proprio ricovero in ospedale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento