Costi politica, Brega: "A ottobre proposta di legge su revisori esterni"

Brega risponde a Dottorini, che lo aveva sollecitato ad attivarsi per garantire trasparenza e regole certe sul finanziamento ai gruppi politici e ad avvalersi di società esterne per certificazione di queste spese

Eros Brega (archivio)

Il presidente del Consiglio regionale Eros Brega risponde al capogruppo regionale dell'Idv Oliviero Dottorini che lo aveva sollecitato formalmente ad attivarsi per garantire trasparenza e regole certe sul finanziamento ai gruppi politici”, e ad avvalersi di società esterne per certificazione di queste spese.

“Il presidente del gruppo consiliare dell'Idv Oliviero Dottorini, nella sua lettera – scrive Brega in una nota del Consiglio Regionale - pone alla presidenza del Consiglio due questioni: il controllo da parte di una società esterna sulla spesa dei gruppi consiliari; criteri, procedure e modalità stringenti e trasparenti sul finanziamento e rendicontazione delle somme destinate a questi organismi.

Per quanto riguarda il controllo sulla spesa-continua il persidente-, ricordo al presidente Dottorini che la Commissione Statuto sta elaborando una proposta di legge che modificherà i meccanismi di nomina dei revisori dei Conti della Regione Umbria secondo quanto stabilito dall'articolo 14 del decreto legge '138/2011'.

In virtù di questa normativa che dovrà andare in vigore a partire dal 1 gennaio 2013 – spiega Brega– il collegio dei revisori sarà composto da professionisti esterni, iscritti all'albo, sorteggiati in questo elenco, a garanzia della terzietà e autonomia dell'attività di controllo. Il nuovo collegio dei revisori – aggiunge Brega - opererà quindi il controllo sul bilancio della Regione nel suo complesso, sul bilancio del Consiglio regionale e quindi anche su quello dei gruppi. È mia intenzione, già espressa al presidente della Commissione Statuto, di avere a disposizione questo atto entro il mese di ottobre per l'approvazione definitiva in Aula”.

“Rispetto alla seconda questione, riguardante le regole e procedure di finanziamento e rendicontazione della spesa dei gruppi – prosegue il presidente Brega -, entro la prossima settimana convocherò una conferenza dei capigruppo per sottoporre a questo organismo la proposta del presidente Dottorini. Posso comunque assicurare che, pur nel dovuto rispetto dell'autonomia dei gruppi consiliari, questa presidenza vede con favore ed anzi sollecita tutte quelle iniziative che, come in questo caso, hanno come obiettivo quello di rendere più rigorosi e trasparenti quelli che mi piace definire 'costi della democrazia'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rispetto a tutto ciò, questa presidenza e tutte le forze politiche del Consiglio regionale dell'Umbria – conclude Brega - hanno fornito ampia dimostrazione di sensibilità e consapevolezza, attraverso gli atti concreti adottati in questi anni: riduzione delle indennità, adesione al contributo di solidarietà, abolizione del vitalizio. E su questa strada intendiamo andare avanti, raccogliendo tutte le proposte indirizzate in tal senso”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, bollettino regionale del 30 marzo: diminuiscono i contagiati, solo 28 in più nelle ultime 24 ore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento