Costi politica, Rossi precisa su carte di credito: "Usate per spese documentate"

L'assessore Rossi, a nome della Giunta Regionale dell'Umbria, precisa che l'uso delle carte di credito è gestito senza alcun costo aggiuntivo tramite il servizio di tesoreria regionale

Dopo l'operazione trasparenza del Consiglio regionale umbro e la conferenza del presidente Eros Brega, con l'annuncio della pubblicazione dei dati di spesa sul sito web del Consiglio, anche la Giunta ci tiene a comunicare le proprie precisazioni tramite le parole dell'assessore Gianluca Rossi.

L'assessore all'economia precisa che: "L’uso delle carte di credito per i componenti della Giunta regionale è disciplinato dalla Deliberazione n. 8277 del 16 ottobre 1990. Le carte di credito, gestite senza alcun costo aggiuntivo tramite il servizio di tesoreria regionale, messe a disposizione di ciascun Assessore regionale, sono utilizzabili per acquisti di biglietti di viaggio; pagamenti alloggio; pagamenti vitto; spese di rappresentanza dichiarate e documentate".

“Ogni Assessore – prosegue Rossi - rendiconta la spesa effettuata con la carta in dotazione allegando idonea documentazione (fatture, titoli di viaggio, scontrini fiscali); la spesa è quindi verificata, atteso l’estratto conto della carta di credito trasmesso dal tesoriere regionale, dal Servizio Amministrazione del personale che ne attesta la conformità con le discipline di cui alla Legge regionale n.9/1981 per le spese di missione e con deliberazione n.137/2011 per le spese di rappresentanza, unici in Italia ad averlo adottato".

“Le spese conformi-sottolinea l’Assessore Rossi-sono imputate al capitolo n.150 (spese di missione) ed al capitolo n.170 (spese di rappresentanza) del bilancio regionale, mentre quelle non conformi alle discipline vengono addebitate all’Assessore.” Per l’anno 2011, le spese effettuate già rendicontate all’ufficio, indipendentemente dalla modalità (carta di credito o rimborso) dai componenti della Giunta regionale ammontano a €. 21.000 (ventunomila) mentre per i primi 6 mesi dell’anno 2012, ammontano a €. 14.000 (quattordicimila).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ importante chiarire – conclude Rossi – che gli assessori che sono anche consiglieri regionali non percepiscono nessuna forma di rimborso per spese di rappresentanza da parte del Consiglio regionale e quindi le notizie false e strumentali pubblicate oggi su un quotidiano regionale, lesive dell'immagine istituzionale, politica e personale dei membri della Giunta regionale sono assolutamente da rigettare, essendo esclusivamente il frutto di una visione demagogica e antipolitica, che permea anche settori dell’informazione italiana”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento