menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, l'appello di Squarta: "Riaprire in sicurezza e il prima possibile le scuole elementari dell'Umbria"

Il presidente dell'Assemblea legislativa chiede alla Regione che i piccoli alunni possano tornare in classe, compatibilmente agli sviluppi del quadro epidemiologico. " Lo scenario è migliorato rispetto a qualche giorno fa, sono chiusi in casa da troppe settimane ormai"

“I piccoli studenti sono chiusi in casa da troppe settimane ormai e non possono più continuare a rimanere lontano dal loro mondo, senza poter vedere gli altri bambini, devono poter andare a scuola, come, d’altronde, i loro genitori vanno al lavoro". Marco Squarta, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, chiede alla Regione di riaprire in sicurezza, quanto prima, le scuole primarie, valutando la ripresa dell’attività scolastica in presenza nei Comuni meno colpiti dal virus. L’esponente di Fratelli d’Italia sottolinea come lo scenario sia migliorato rispetto a qualche giorno fa, mentre i piccoli alunni sono costretti da settimane a stare chiusi in casa, lontani dai coetanei e dalle maestre.

“I ragazzini delle scuole primarie devono rientrare in classe appena le statistiche dei contagi torneranno compatibili con le disposizioni contenute nel Dpcm e il decreto legge - dichiara Squarta, parlando anche dell’“importantissimo ruolo educativo svolto in questa fase dalle famiglie”, alle prese con le difficoltà della didattica a distanza, i compiti da stampare, i problemi di connessione e di isolamento dei propri figli. “La pandemia dura da un anno ma del vuoto insormontabile di esperienze dei bambini si è parlato sempre troppo poco”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento