menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Tesei: "Ristoranti e bar? In Umbria i dati consentirebbero già di riaprire"

La 'governatrice' sulla protesta dei ristoratori: "Sostegni insufficienti e i nostri numeri avrebbero potuto già consentire l'apertura, quanto meno a pranzo". Poi sui vaccini: "In grado di inoculare più dosi di quelle che abbiamo"

Aver superato la soglia di 200mila dosi di vaccino inoculate è un primo traguardo importante per l'Umbria, che punta ad accelerare ulteriormente: "La macchina dei vaccini è partita - ha affermato infattioggi la 'governatrice' Donatella Tesei, ospite di 'Timeline' su Sky TG24 -. Il tema è sempre quello di quante dosi arrivano, visto che se le abbiamo siamo in grado di poter vaccinare anche velocemente e con numeri abbastanza importanti". 

Vaccini anti-Covid, l'Umbria supera le 200mila somministrazioni

VACCINI - Un cambio di passo a cui ha contribuito "l'ausilio dei medici di medicina generale che possono arrivare a vaccinare i fragili, pure con somministrazioni a domicilio", consentendo un'azione ora "più capillare" in merito alla somministrazione per la fascia 70-79 anni. "Con gli accordi fatti con i medici di medicina generale stiamo andando incontro anche a questa fascia di popolazione - ha aggiunto la Tesei - e proprio in queste ultime due giornate abbiamo già intensificato con i vaccini". 

Ristoratori: "Riaperture, finanziamenti, tributi e sagre: ecco quello che chiediamo"

RISTORI - Nel giorno in cui i ristoratori hanno manifestato in centro a Perugia e hanno visto una loro delegazione ricevuta dal presidente del consiglio regionale e dai consiglieri di maggioranza e opposizione (approvata poi una mozione unitaria a sostegno delle loro richieste), la Tesei ha affrontato anche il tema dei ristori: "Ristori o sostegni, chiamiamoli come vogliamo, ma sono insufficienti e non riescono a tutelare queste categorie e questi settori che sono chiusi da un anno, tranne la piccola parentesi della scorsa estate. Oggi c'è un governo di larghe intese, il problema va affrontato e noi lo stiamo sollecitando. Lo ha fatto Matteo Salvini e lo stiamo facendo come governatori all'interno della Conferenza delle Regioni".

VIDEO Covid, la protesta di cuochi e ristoratori: "Ci hanno tolto anche la dignità"

RIAPERTURE - Infine sulle riaperture: "Le chiusure si possono capire - ha spiegato la presidente della Regione - in un periodo estremamente complicato come quello che abbiamo gestito con questa ultima ondata con le varianti e tutto il resto. L'Umbria l'ha affrontata per prima, ma oggi stiamo uscendo da questa situazione. Nella nostra regione, ad esempio, abbiamo dei dati rassicuranti che possiamo definire di ex zona gialla e che avrebbero potuto già consentire l'apertura, quanto meno a pranzo, di queste attività".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento