Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Coronavirus, il sindaco Proietti: "L'Umbria è una regione sicura e i turisti possono tornare tranquilli"

Il primo cittadino di Assisi auspica una corretta informazione e la modifica dei parametri che determinano il grado di contagio

Il sindaco di Assisi, centro turistico e religioso per eccellenza, prende posizione sulla corretta informazione che riguarda la situazione sanitaria nella regione e dichiara che "l'Umbria è una regione sicura. I turisti possono tornare tranquillamente nelle nostre città, possono tornare ad ammirare e apprezzare la bellezza di Assisi".

“Non è possibile che l’Umbria, che è stata una regione virtuosa con numeri bassi, sia accomunata alla Lombardia. Messaggi del genere ci tagliano le gambe proprio mentre cerchiamo di riprenderci. E’ un atteggiamento irresponsabile che aggiunge danno al danno già derivato dal Covid-19 - afferma il sindaco - Il turismo è in ginocchio, la stagione è già messa a dura prova, rischiamo di perdere aziende e posti di lavoro, e lo diciamo da Assisi, la città che da sola attira il 25 per cento di visitatori. Siamo al fianco di chi ha alzato la voce contro la stesura di certi protocolli sanitari, questa voce non ha colore e appartenenza politica, dobbiamo ribellarci contro chi mistifica la realtà perché si tratta di difendere la sopravvivenza, solo ad Assisi, di almeno 1000 attività della filiera turistica con migliaia di lavoratori".

Da qui l'invito al ministro Franceschini e il ministro Speranza a recarsi "ad Assisi per rilanciare da qui il turismo non solo in Umbria, ma in Italia, puntando su natura, arte, spiritualità, cammini, da vivere in sicurezza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il sindaco Proietti: "L'Umbria è una regione sicura e i turisti possono tornare tranquilli"

PerugiaToday è in caricamento