Coronavirus, emendamento dell'umbro Zaffini (Fratelli d'Italia): "Tre milioni di test rapidi per mappare gli asintomatici"

Intervenendo in Senato dopo l'informativa del ministro Speranza: "Rivedere le norme e i rapporti tra Stato e Regioni per quanto riguarda il Sistema sanitario nazionale"

Una mappatura profonda della popolazione italiana attraverso tamponi e test rapidi, anche per gli asintomatici. E' quanto chiede il senatore Franco Zaffini, di Fratelli d'Italia, presentando un emendamento al decetro Cura Italia.

"La cosa prioritaria da fare in questo momento è una mappatura profonda della popolazione italiana con 2 o 3 milioni di test rapidi sierologici a disposizione dei sanitari per poter effettuare controlli alle persone a rischio anche se asintomatiche, che abbiamo capito essere la parte sommersa dell'iceberg in questa fase dell'emergenza -  ha detto Zaffin intervenendo in Aula dopo l'informativa del ministro della Salute Roberto Speranzai - Per questo Fratelli d'Italia ha presentato un emendamento al decreto 'Cura Italia' che assegna alle Regioni risorse aggiuntive per 250 milioni. Sarebbe stato opportuno prevedere questo già nella prima fase, e molto probabilmente sarebbe stato possibile limitare la diffusione del virus. Invece è stata data, anche comprensibilmente, priorità a chi avesse sintomi. Ora però non si può più attendere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Franco Zaffini, senatore di Fratelli d'Italia, capogruppo in Commissione Sanità, "per quanto riguarda il post emergenza, piuttosto che istituire, come si ipotizza, una Commissione per analizzare cosa è stato fatto durante l'emergenza Covid19, ritengo più opportuno ragionare profondamente, a 40 anni dalla sua istituzione, sull'intero complesso di norme che oggi regolano il nostro Servizio sanitario nazionale, sul fatto che due terzi delle Regioni è commissariata oltre che sulla regionalizzazione del Sistema sanitario, che ha mostrato non poche lacune nel confronto tra il Nord e il Sud Italia".

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento