menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fase 2, il Comune di Umbertide stanzia 300mila euro per le attività danneggiate dalla chiusura per Coronavirus

Si tratta di esenzioni e sostegno per la tassa di occupazione di suolo pubblico e quella per i rifiuti

Trecentomila euro per aiutare le attività che hanno subito il lockdown e che subiranno gli effetti delle misure restrittive nei prossimi mesi. L'intervento riguarderà la tassa per l'occupazione di spazi e aree pubbliche e quella sui rifiuti.

La giunta comunale ha previsto l'esenzione del pagamento di superfici già in essere e degli ampliamenti per i mesi che vanno da maggio a ottobre, e si farà carico con risorse proprie della copertura delle mensilità rimaste fuori dal decreto, quindi i periodi gennaio-aprile e novembre-dicembre, in modo che il costo dell'intera annualità 2020 non graverà sulle spalle degli esercizi pubblici.

Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti, il fondo servirà ad alleggerirne il costo per l'annualità 2020 alle attività che sono state chiuse per l'emergenza Covid-19 dai vari decreti emanati dal presidente del Consiglio dei Ministri e che risentiranno delle misure restrittive previste.

Per le attività industriali, attività artigianali e studi professionali, lo sgravio riguarderà due mensilità, mentre per tutte le attività commerciali, attività di somministrazione cibo e bevande, alberghi, agriturismi, musei, associazioni sportive e associazioni di volontariato lo sgravio si estenderà per dieci mensilità, ovvero da marzo a dicembre.

“Tenendo conto delle molteplici esigenze che si sono manifestate e che si manifesteranno, la costituzione di questo fondo cerca di andare incontro a quei nostri concittadini che più di altri hanno risentito dell'impatto economico dato dall'emergenza sanitaria – dichiarano il sindaco Luca Carizia e l'assessore al Bilancio e ai Tributi, Pier Giacomo Tosti- Come Amministrazione continueremo a monitorare la situazione e a cercare di mettere in atto qualsiasi misura possibile, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, per intervenire su situazioni di difficoltà”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento