Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Coronavirus e famiglie, Agabiti: "Dalla Regione tre milioni per i centri estivi"

L'assessore umbra alla Scuola: "Una scheda tecnica per facilitare la presentazione dei progetti sarà a disposizione dei Comuni già dai prossimi giorni"

Dopo la chiusura delle scuole che ha messo a dura prova le famiglie durante le settimane di 'lockdown', nella Fase 2 dell'emergenza coronavirus la Regione Umbria vuole farsi trovare pronta per quanto riguarda i centri estivi, soluzione utilissima per tanti genitori alle prese con figli piccoli. 

Acque minerali naturali: Umbria pronta a riformare la legge sulle concessioni

"Una scheda tecnica per facilitare la presentazione dei progetti sarà a disposizione dei Comuni già dai prossimi giorni - spiega Paola Agabiti, assessore regionale alla Scuola -. La prima riunione del tavolo tecnico che riunisce Anci, Usl e Regione Umbria ha portato subito a un importante risultato che consentirà di programmare in maniera efficace, e in linea con le disposizioni del Governo, le prossime attività dedicate ai bambini che con le famiglie sono al centro della nostra attenzione. Con l’assessore Luca Coletto condividiamo la ferma volontà di intervenire, per quanto di nostra competenza. Siamo consapevoli dell’importanza che, in particolare, in questo momento, rappresentano i centri estivi per ritrovare quella socialità che l’emergenza coronavirus ha inevitabilmente limitato. E per questo - conclude la Agabiti - in sede di riprogrammazione dei fondi Por Fse 2014-2020, la Giunta ha deciso di destinare 3 milioni di euro al loro sostegno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e famiglie, Agabiti: "Dalla Regione tre milioni per i centri estivi"

PerugiaToday è in caricamento