Un sindaco coraggioso finalmente taglia le tasse ai più poveri: a Corciano niente Irpef per 4 cittadini su 10

Corciano diventa così il Comune con l’esenzione più alta fra tutti gli enti medi e grandi della Regione. La proposta è passata in comissione e Giunta

Una “flat tax in salsa corcianese". Ecco la grande svolta fiscale annunciata dal sindaco Betti sotto campagna elettorale: il 36,81% di chi percepisce un reddito, infatti, non pagherà più l’Irpef comunale. In precedenza la soglia di esenzione dall’aliquota Irpef comunale era fissata a 9500 euro, ma ora, grazie alla nuova determinazione, è stata aumentata fino a 13500 euro. Corciano diventa così il Comune con l’esenzione più alta fra tutti gli enti medi e grandi della Regione. La proposta è passata in comissione e Giunta, l'ultima ratifica spetta al consiglio comunale entro la fine di marzo. 

"Fra i 92 comuni dell'Umbria, per la precisione, Corciano si colloca al terzo posto - ha spiegato l'assessore ancora Pierotti - ma ad avere una soglia di esenzione maggiore sono Cerreto di Spoleto e Castel Giorgio, che insieme, superano di poco i 3000 abitanti e dunque con esigenze completamente diverse dalle nostre". Nell'illustrare la modalità di adozione della misura, il vicesindaco prosegue "per determinare quanti non saranno più tenuti al versamento dell’Irpef comunale abbiamo seguito i dati che ci ha fornito l’Agenzia delle Entrate e ci siamo riferiti a 5349 cittadini così suddivisi, 2547 lavoratori dipendenti, 1631 pensionati ed altri 1171 lavoratori autonomi". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per le altre fasce di reddito è previsto un leggero aumento oper conrd Tale operazione - ribadisce ancora - è stata possibile a fronte dell’aumento veramente irrisorio, pari allo 0,1% dell’aliquota per i redditi superiori a 13500 euro. Ho voluto fare la proiezione con il mio stipendio - spiega con assoluta trasparenza il vicesindaco - per chi come me guadagna 1250 euro netti al mese, l’aumento è pari a 19,32 euro all’anno. Praticamente - conclude - rinunciando ad una pizza all’anno aiutiamo 5349 cittadini che guadagnano meno di noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento