Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

Consiglio regionale dell'Umbria, l'annuncio di Squarta: "Risparmiati quasi due milioni di euro"

Il presidente: "Gestione responsabile e taglio di alcune spese. I soldi vengano destinati alle politiche per i disabili"

Un tesoretto messo da parte. Marco Squarta, presidente del consiglio regionale dell'Umbria, annuncia che "la gestione un po’ più oculata e un po’ più responsabile delle risorse economiche quest’anno ha consentito all’Assemblea legislativa dell’Umbria di risparmiare 1,7 milioni di euro". 

E ancora: "Una parte del risparmio verrà assegnato alla Giunta - fa sapere Squarta -. Chiederò all’Esecutivo di utilizzarlo per politiche a favore della disabilità".

Il risparmio, si legge in una nota dell’esponente di Fratelli d’Italia, "è stato possibile grazie al taglio di alcune spese e all’ottimizzazione di alcune risorse". Squarta prevede un risparmio simile anche per i prossimi anni. "Sforzarsi di mettere in atto politiche di risparmio della spesa è doveroso per chi amministra la cosa pubblica - è la dichiarazione del presidente - anche come segno di rispetto nei confronti di famiglie e imprese che vivono con difficoltà questo particolare momento post pandemia". 

Consiglio regionale dell'Umbria, l'approvazione del bilancio 

Il consiglio regionale dell'Umbria ha approvato all’unanimità il rendiconto 2021. Come spiega una nota "le entrate accertate per l’esercizio finanziario 2021 sono di 23 milioni 989mila euro". Le spese "complessivamente impegnate sono di 21 milioni 124 mila euro" e riguardano "i servizi istituzionali di competenza specifica dell’ente e quindi obbligatori per legge: stipendi e oneri per il personale, spese per l’acquisto di beni e servizi per il funzionamento dell’ente, indennità agli amministratori regionali, assegni vitalizi, contributi ai gruppi consiliari". Tra le spese sostenute da Palazzo Cesaroni "ci sono anche il trasferimento di fondi per il funzionamento dell’Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea, del Centro studi giuridici e politici, del Difensore civico e del Comitato per le comunicazioni dell’Umbria".

Il risultato della gestione del bilancio l’esercizio finanziario 2021, prosegue la nota di Palazzo Cesaroni, "si chiude con un avanzo di competenza di 2 milioni 865 mila euro che porta ad un risultato di amministrazione complessivo e stratificato negli anni di 8 milioni 908 mila euro". Di questi "3 milioni 654 mila euro sono accantonamenti e fondi vincolati, mentre l’avanzo libero è di 5 milioni 253 mila euro". Il rendiconto, specificano dal consiglio regionale, "rispetta tutti i vincoli di finanza pubblica. Anche nell’esercizio finanziario 2021 continua la riduzione della spesa del personale e dei costi della politica, una tendenza che prosegue dal 2012".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale dell'Umbria, l'annuncio di Squarta: "Risparmiati quasi due milioni di euro"
PerugiaToday è in caricamento